HomeSponsoredETF spot su Bitcoin: secondo Galaxy Digital l’approvazione porterà BTC a +74%...

ETF spot su Bitcoin: secondo Galaxy Digital l’approvazione porterà BTC a +74% nel primo anno

SPONSORED POST*

Negli ultimi tempi si susseguono previsioni relative all’andamento di BTC in seguito all’approvazione degli ETF spot: secondo Galaxy Digital il valore di Bitcoin potrebbe aumentare del 74% nel primo anno dopo il lancio.

C’è grande fermento attorno alla SEC, che potrebbe, secondo alcuni analisti, approvare gli ETF spot su Bitcoin nei primi mesi del 2024: a beneficiare di questa attesa ci sono anche le prevendite di token 2.0 ispirati a Bitcoin, come quella di Bitcoin Minetrix, ora oltre i $2,4 milioni anche grazie al nuovo concetto di stake-to-mine.

Galaxy Digital suppone che il lancio degli ETF spot su Bitcoin porterà un afflusso di $39 miliardi entro il terzo anno

Anche Galaxy Digital formula alcune ipotesi relative all’approvazione degli ETF spot su Bitcoin: secondo la società, questo prodotto permetterà agli investitori di avere un accesso diretto a BTC senza doverlo possedere, per cui ne verrà favorita l’adozione.

La stessa Galaxy Digital è tra le società di investimento ad aver fatto richiesta per un ETF spot su BTC: ha pubblicato di recente un’analisi relativa all’influenza dell’approvazione del prodotto sull’andamento del valore di Bitcoin.

Secondo Galaxy Digital, ci saranno due fattori che porteranno gli ETF spot su BTC a essere scelti dall’utenza: in primo luogo l’accessibilità estesa attraverso i segmenti di ricchezza e, in secondo luogo, una maggiore accettazione dovuta al riconoscimento formale da parte di organismi di regolamentazione e fornitori di servizi finanziari di fiducia.

Come risultato della sua ricerca, la società ha ipotizzato che, a distanza di un anno dal lancio, ci saranno circa $14 miliardi a confluire in un ETF spot su BTC, date queste premesse. Nel secondo anno si potrebbe arrivare a quota $27 miliardi e, entro il terzo, a $39 miliardi.

Il valore di BTC salirà del 74% con l’approvazione degli ETF spot, secondo Galaxy Digital

Charles Yu, un ricercatore associato di Galaxy Digital, è il fautore di questa ricerca, secondo la quale, inoltre, il valore di Bitcoin potrà salire del 74% nel primo anno, dopo che gli ETF spot saranno effettivamente approvati.

Questa stima parte dal valore di BTC a settembre, ovvero pari a $26.920: oggi Bitcoin è scambiato a $33.957. La SEC, tuttavia, si attarda ancora nell’approvazione degli ETF spot, a causa di eventuali rischi di frode e di manipolazioni del mercato e a tutela degli investitori.

Infatti, anche se all’inizio del 2023 la Securities and Exchange Commission statunitense ha accettato di rivedere alcune richieste per gli ETF, inclusa quella di Invesco in collaborazione con Galaxy Digital, non ha poi proceduto all’effettiva approvazione. 

Tuttavia, come BlackRock, anche Galaxy Digital ritiene che gli ETF verranno approvati nel 2024, uno degli elementi che porterà Bitcoin ad avere un grande anno, soprattutto per l’imminente halving e per il raggiungimento del picco dei tassi di interesse

A beneficiare di queste previsioni ci sono anche i progetti che prendono piede da Bitcoin, come Bitcoin Minetrix, che ha superato $2,4 milioni in prevendita e che introduce un nuovo concetto, quello dello stake-to-mine, per rendere accessibile a tutti il mining di BTC.

La prevendita di Bitcoin Minetrix supera $2,4 milioni

A trarre vantaggio dall’approvazione degli ETF spot e dalle previsioni positive in merito, ci sono anche i token 2.0, cloni di BTC: l’ultimo in ordine di arrivo è Bitcoin Minetrix, che ha superato $2,4 milioni in prevendita in poche settimane.

Uno dei punti di forza del progetto è l’introduzione del nuovo concetto di stake-to-mine, ovvero il mining di BTC attraverso lo staking dei token nativi di Bitcoin Minetrix, BTCMTX. Basterà partecipare alla prevendita in corso, acquistare un minimo di $10 in token, metterli in stake e generare così potere di cloud mining e hashrate.

Il risultato finale saranno le ricompense in Bitcoin: il progetto usa il cloud mining, che permette agli utenti di non dover affrontare spese importanti in attrezzature o energia, in quanto possono noleggiare potenza di calcolo al fine di coprire questi costi. Non dovranno inoltre depositare denaro, perché sarà sufficiente fare staking di BTCMTX.

A rendere sicuro e trasparente il cloud mining di Bitcoin Minetrix interviene la verifica di Coinsult, che rassicura gli investitori dalla presenza di eventuali truffe. Inoltre i detentori di BTCMTX possono guadagnare ulteriori entrate passive mettendo anche solo in stake i token: in questo momento ce ne sono più di 173.000 bloccati, con un APY attuale del 240%.

Le prospettive per il token, nel momento del listing, sono di almeno 10x, ma tutto può cambiare in meglio se le previsioni per Bitcoin diventeranno realtà, in vista di halving e approvazione di ETF spot su BTC.

*Questo articolo è stato pagato. Cryptonomist non ha scritto l’articolo né testato la piattaforma.

Massimo De Vincenti
Massimo De Vincenti
Laureato in Economics and Business presso l’Università Luiss di Roma, Massimo ha conseguito anche un Master in Amministrazione, Finanza e Controllo. Trader e analista esperto nel campo delle criptovalute e della finanza decentralizzata, è consulente tecnologico appassionato di innovazione ed evoluzione digitale, relatore anche per seminari o approfondimenti tematici nell'ambito fintech e crypto.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS