HomeSponsoredQuali nuove criptovalute esploderanno a novembre?

Quali nuove criptovalute esploderanno a novembre?

SPONSORED POST*

Il settore delle criptovalute è caratterizzato da una continua volatilità, per cui non è facile capire quali siano gli asset in cui investire senza correre troppi rischi. Un modo per poter ottenere, nella maggior parte dei casi, un ritorno iniziale è quello di partecipare alle prevendite.

Tra le crypto che possono esplodere nel mese di novembre 2023, ce ne sono alcune proprio in presale, che per adesso vanno sempre più veloci. Bitcoin Minetrix, Meme Kombat, Launchpad XYZ e yPredict, insieme a Wall Street Memes: ecco le loro caratteristiche. 

Bitcoin Minetrix offre a tutti lo stake-to-mine per fare mining di BTC 

La prevendita di Bitcoin Minetrix ha superato $2,4 milioni grazie alla formula stake-to-mine, un concetto nuovo che consente a tutti di fare mining di BTC, semplicemente partecipando alla presale in corso.

La possibilità di fare cloud mining di BTC piace tanto agli investitori che hanno già acquistato i token BTCMTX al costo attuale di $0,0112: siamo nella fase 2 di 10, durante le quali il prezzo del token salirà del 10% in maniera graduale e fino a raggiungere $0,0119 in quella finale.

Basterà quindi comprare una quantità pari a $10 di BTCMTX per ottenere ricompense in BTC, attraverso lo staking dei token. Il cloud mining, usato da Bitcoin Minetrix, è di solito caratterizzato da truffe, in quanto gli utenti devono acquistare contratti in contanti dalle società di mining, spesso non ricevendo i BTC sperati.

Grazie alla verifica di Coinsult, qui il cloud mining è sicuro e inoltre gli investitori non devono lasciare depositi in denaro: gli utenti devono quindi mettere in stake i token BTCMTX per guadagnare crediti per il mining, che non sono negoziabili e che servono per ottenere il potere di mining di Bitcoin. 

bitcoin minetrix crypto presale

Inoltre sarà possibile anche ottenere un guadagno passivo, mettendo semplicemente in stake i token. Il progetto, secondo la sua tokenomica, avrà un limite di fornitura di 4 miliardi, con una allocazione del 42,5% per il mining. Il progetto ha come hard cap l’obiettivo di oltre $30 milioni.

Tra i vari traguardi da raggiungere, ci sono anche le partnership e le collaborazioni con società di cloud mining: vista la situazione attuale di Bitcoin, poi, è sempre più probabile che BTCMTX sia uno dei token a esplodere a novembre.

Meme Kombat crea battaglie virtuali tra i personaggi delle meme coin attraverso l’intelligenza artificiale

Meme Kombat è molto più di una semplice meme coin, visto che può contare sull’utilità infusale dallo stake-to-earn: il progetto mette insieme la blockchain e l’IA per creare battaglie virtuali tra i personaggi che sono diventati noti grazie alle meme coin.

Si potrà quindi scommettere sull’esito di questi scontri oppure guadagnare mettendo solo in stake il token MK, nativo del progetto. Stando alla roadmap del progetto, i giochi verranno messi online in “stagioni”, ognuna delle quali avrà miglioramenti del gameplay, allo scopo di fidelizzare gli utenti.

La prevendita ora prevede un MK a $0,1667 e ha superato $770.000, anche grazie all’APY attuale del 112% per lo staking. A questa fase sono destinati 6 milioni di token, ovvero il 50% dell’offerta totale; un altro 30% è invece destinato allo staking e ai premi per le battaglie; un ulteriore 10% a fornire liquidità sui DEX e l’ultimo 10% ai premi per la comunità.

Visto che il progetto interessa un settore in crescita come quello del GameFi, non è difficile che possa esplodere nel mese di novembre e proseguire su questa scia.

Launchpad XYZ: una nuova dashboard del web 3 per consentire ai trader di investire meglio

L’intenzione di Launchpad XYZ è quella di creare una dashboard web 3 in grado di mettere a disposizione degli investitori informazioni relative alle criptovalute, che li aiutino a impiegare il proprio denaro in maniera più ragionata.

Grazie a questa piattaforma, è possibile capire quali siano le nuove prevendite di criptovalute più interessanti, monitorare il valore dei vari token e degli NFT e altro ancora. Un elemento a favore del progetto è la grande intuitività della dashboard, che diventa così accessibile anche agli investitori alle prime armi.

Un fattore rilevante del progetto è il Launchpad Quotient, ovvero un semplice indicatore che serve per stabilire se gli investitori debbano prestare attenzione a un asset in tendenza o meno. Inoltre il progetto sta sviluppando sia un proprio exchange decentralizzato, sia un marketplace degli NFT.

Il token LPX è l’elemento principale della piattaforma, in quanto consente ai suoi detentori di risparmiare sulle fee e di avere accesso in anticipo alle prevendite e alle emissioni degli NFT. La prevendita di Launchpad ha superato $1,9 milioni e ha attualmente il token al costo di $0,0445; inoltre in questo momento è possibile ottenere un bonus dell’11%.

Le prospettive per il token LPX sono più che valide, quindi anche questo potrebbe esplodere a novembre del 2023.

yPredict crea una piattaforma ricca di tool per il trading grazie all’intelligenza artificiale

yPredict ha intenzione di realizzare una piattaforma per la ricerca e per il trading crypto, grazie a tool avanzati, basati sull’IA, e a modelli predittivi all’avanguardia. Il token YPRED ha una reale utilità, in quanto serve per pagare gli abbonamenti al marketplace e per accedere a offerte speciali sull’app.

yPredict mette a disposizione un algoritmo in grado di riconoscere i pattern e che genera avvisi in tempo reale. Con YPRED è inoltre possibile inoltre fare staking: il 10% di ogni nuova sottoscrizione alla piattaforma viene distribuito tra i detentori del token. Gli investitori, grazie al token, possono inoltre avere accesso alle previsioni gratuite, a tool di analisi e a sconti.

Il progetto ha riscosso finora grande attenzione: la sua prevendita è giunta quasi al termine, con il raggiungimento dell’obiettivo di $4.582.551,25 e vede ora un YPRED al costo di $0,1, mentre il valore, nel momento del listing, sarà di $0,12.

Le previsioni per yPredict sono positive: anche per questo motivo, visto che la presale è in dirittura d’arrivo, si pensa che YPRED possa esplodere a novembre 2023.

Wall Street Memes: arriva anche il Casinò su Telegram

WSM, il token natvio di Wall Street Memes, ha fatto il botto in prevendita, grazie al raggiungimento di quasi $30 milioni: il progetto era forte della sua community di oltre 1 milione di follower, ma anche dell’interesse suscitato dai suoi contenuti virali, che hanno solleticato l’attenzione di un personaggio chiave del settore, come Elon Musk.

Successivamente al listing su CEX tier-1, il primo dei quali è stato OKX, il progetto ha introdotto il meccanismo di staking: oggi ci sono oltre 517.000 WSM bloccati, con un APY attuale del 39%. Anche il meccanismo di burning ha suscitato interesse, visto che in questo modo viene ridotta l’offerta, facendo salire il valore del token.

Il passo finale per WSM, per esplodere in definitiva, è quello di essere listato su un exchange importante come Binance, al quale potrà arrivare se prosegue con il raggiungimento delle tappe della roadmap e aumentando il suo volume di scambi.

Ma il team ha sempre sorprese in serbo, infatti da poco ha lanciato anche il suo casinò su Telegram, dove è possibile accedere a giochi esclusivi, tramite il token WSM, oltre a videogames ispirati al mondo dei meme. 

Chi si iscrive per la prima volta avrà un bonus del 200% sul primo deposito e 200 giri gratis alle slot machines, se gioca almeno $30. Inoltre il 10% delle entrate nette del gioco verrà utilizzato per il riacquisto di $WSM, sostenendo così il valore del token, tramite un programma di buyback.

In aggiunta, per gli utenti sarà anche disponibile un programma fedeltà con ricompense volte a fidelizzare ancora di più gli utenti.

Altre novità all’orizzonte per Wall Street Memes sono la creazione di giochi esclusivi e le collaborazioni basate sul programma di affiliazione del Casinò. Le previsioni per WSM sono molto favorevoli: oggi il token è a +15,70% nelle 24 ore e molti pensano che il listing su Binance sia sempre più vicino. 

*Questo articolo è stato pagato. Cryptonomist non ha scritto l’articolo né testato la piattaforma.

Massimo De Vincenti
Massimo De Vincenti
Laureato in Economics and Business presso l’Università Luiss di Roma, Massimo ha conseguito anche un Master in Amministrazione, Finanza e Controllo. Trader e analista esperto nel campo delle criptovalute e della finanza decentralizzata, è consulente tecnologico appassionato di innovazione ed evoluzione digitale, relatore anche per seminari o approfondimenti tematici nell'ambito fintech e crypto.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS