HomeBlockchainRegolamentazioneControversia legale: Cristiano Ronaldo e la promozione di titoli non registrati su...

Controversia legale: Cristiano Ronaldo e la promozione di titoli non registrati su Binance

Di recente, Cristiano Ronaldo è stato oggetto di un’azione legale per aver pubblicizzato Binance e titoli non registrati. 

Nello specifico, si sostiene che gli NFT collegati a Binance dalla celebrità del calcio abbiano incentivato investimenti in titoli non registrati sulla piattaforma di criptovalute. 

Vediamo di seguito tutti i dettagli.

Ronaldo citato in giudizio per la sponsorizzazione di Binance e gli investimenti non autorizzati

Come anticipato, il noto calciatore professionista Cristiano Ronaldo si trova al centro di una proposta di azione legale collettiva da parte di individui che sostengono di aver subito perdite a causa della sua promozione dell’exchange di criptovalute Binance, ora coinvolto in procedimenti legali.

Nello specifico, un documento presentato il 27 novembre presso un tribunale distrettuale degli Stati Uniti in Florida sostiene che Ronaldo:

“ha promosso, assistito e/o partecipato attivamente all’offerta e alla vendita di titoli non registrati in collaborazione con Binance.” 

Ricordiamo che, nel corso del 2022, Ronaldo ha siglato una partnership pluriennale con Binance per promuovere diverse collezioni di token non fungibili (NFT), di cui almeno tre sono legate direttamente a Binance.

L’accusa sostiene che coloro che hanno acquisito gli NFT di Ronaldo erano inclini a utilizzare Binance per altre attività, compreso l’investimento in titoli che si afferma essere non registrati, tra cui il BNB di Binance e i suoi programmi di rendimento in criptovalute.

Le promozioni di Ronaldo, afferma la denuncia, hanno incoraggiato Binance a sollecitare investimenti in titoli non registrati, influenzando milioni di suoi seguaci a investire tramite la piattaforma.

Sottolineiamo che Ronaldo, grazie alla sua vasta influenza con 850 milioni di follower sui social media, è considerato una figura chiave nel successo di Binance, con un aumento del 500% delle ricerche sulla piattaforma la settimana successiva alla vendita iniziale degli NFT.

L’accusa a Cristiano Ronaldo e le controversie legali dell’exchange con la SEC 

Nello specifico, la causa afferma che Ronaldo, avendo esperienza di investimento e risorse significative per ottenere consulenza esterna, avrebbe dovuto essere consapevole che Binance stava vendendo titoli crypto non registrati. 

Inoltre, si accusa Ronaldo di non aver rispettato le linee guida della Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti, che richiedono la divulgazione dei pagamenti ricevuti per la promozione di criptovalute.

I querelanti, Michael Sizemore, Mikey Vongdara e Gordon Lewis, cercano danni e copertura delle spese legali attraverso l’azione collettiva.

Nel frattempo, come sappiamo, Binance e il suo fondatore Changpeng “CZ” Zhao stanno affrontando le proprie controversie legali, dichiarandosi colpevoli e pagando un risarcimento di 4,3 miliardi di dollari per violazioni delle leggi antiriciclaggio e attività di trasferimento di denaro non registrata.

Inoltre, Zhao si è dimesso da CEO, rischiando fino a diciotto mesi di carcere, mentre Binance ha accettato fino a cinque anni di monitoraggio della conformità da parte delle autorità statunitensi. 

La SEC ha anche citato in giudizio Binance per vendita di titoli non registrati e indaga su presunte pratiche indebite nei confronti dei fondi dei clienti.

L’indagine della SEC su Binance US: possibili parallelismi con FTX?

Di recente, la SEC ha intensificato le indagini su Binance US in seguito alle accuse del Dipartimento di Giustizia contro Binance e l’ex CEO Changpeng Zhao. 

La causa in corso afferma che i fondi dei clienti sono stati messi a rischio, e la SEC, dopo l’accordo con il DOJ riguardante Binance, cerca di consolidare il proprio caso, cercando analogie con l’indagine su FTX.

Nel dettaglio, la SEC sta esaminando le prove che suggeriscono che Binance US abbia concesso a CZ una via d’accesso per il controllo degli asset, rievocando le preoccupazioni emerse riguardo a Sam Bankman-Fried di FTX.

Nonostante le affermazioni di potenziale frode da parte della SEC, al momento mancano prove concrete. Tuttavia, l’indagine recente del Dipartimento di Giustizia su Binance potrebbe dare slancio agli sforzi della SEC.

Ad ogni modo, la ricerca intensificata della SEC su potenziali frodi presso Binance US potrebbe avere gravi conseguenze, portando a possibili azioni legali e sanzioni finanziarie.

Il monitoraggio attuale potrebbe infatti minare la fiducia degli utenti e degli investitori, rischiando di causare una diminuzione della base di utenti della piattaforma.

Inoltre, la pubblicità negativa e le sfide legali potrebbero danneggiare la reputazione di Binance e influenzare il contesto normativo più ampio.

Al momento, i volumi di scambio su Binance US sono notevolmente in calo e non mostrano ancora segni di ripresa. Al contrario, i volumi di scambio su Binance a livello globale non sembrano per il momento essere influenzati.

Alessia Pannone
Alessia Pannone
Laureata in scienze della comunicazione e attualmente studentessa del corso di laurea magistrale in editoria e scrittura. Scrittrice di articoli in ottica SEO, con cura per l’indicizzazione nei motori di ricerca, in totale o parziale autonomia.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS