HomeCriptovaluteBoom finanziario nel mondo crypto: i finanziamenti VC di novembre registrano il...

Boom finanziario nel mondo crypto: i finanziamenti VC di novembre registrano il record di $1,2 miliardi

Il mese di novembre ha testimoniato un notevole aumento nel campo del venture capital crypto, con i finanziamenti VC che hanno raggiunto una cifra senza precedenti di 1,2 miliardi di dollari. 

Tale incremento rappresenta un balzo del 179%, superando i 430 milioni di dollari di ottobre, e segna un notevole aumento del 90% rispetto ai 630 milioni di dollari registrati nello stesso periodo dell’anno precedente. Vediamo di seguito tutti i dettagli. 

Novembre registra un incremento straordinario nei finanziamenti VC nel settore crypto

Un’analisi più approfondita dei dati forniti da RootData svela dinamiche interessanti nel panorama degli investimenti. 

Nel corso di novembre, infatti, si sono registrati 92 progetti di investimento nel settore crypto, evidenziando un incremento del 21% rispetto ai 76 progetti di ottobre. 

Tuttavia, questo numero rappresenta una contrazione del 17% rispetto ai 111 progetti dello stesso mese dell’anno precedente.

La distribuzione degli investimenti all’interno del mercato delle criptovalute ha mostrato notevoli tendenze, con i progetti infrastrutturali che si sono aggiudicati circa il 30% del totale degli investimenti. 

A seguire, le iniziative DeFi hanno attirato circa il 13% del montante complessivo.

Tra gli avvenimenti di finanziamento di rilievo, Phoenix Group, con sede ad Abu Dhabi e specializzata nei servizi di mining e custodia di Bitcoin, ha raccolto con successo 370 milioni di dollari attraverso un’IPO. 

Inoltre, ha annunciato la quotazione prevista presso l’Abu Dhabi Securities Exchange il 5 dicembre.

In un’altra significativa mossa, Fnality, una società di pagamenti blockchain, ha annunciato un finanziamento di serie B di 95 milioni di dollari, con una notevole partecipazione da parte di colossi del settore come Goldman Sachs e BNP Paribas. 

Inoltre, altri importanti attori come DTCC, Euroclear, Nomura Securities e WisdomTree si sono distinti nel panorama degli investimenti significativi. 

In aggiunta a questi rilevanti risultati di finanziamento, Bitfarms, una società canadese di mining di Bitcoin, ha comunicato il successo della raccolta di 44 milioni di dollari attraverso un collocamento privato.

Ciò ha confermato ulteriormente la robusta crescita e la fiducia degli investitori nel settore del venture capital crypto nel mese di novembre 2023.

Goldman Sachs investe in Fnality International

Come accennato sopra, la famosa banca d’investimento Goldman Sachs ha recentemente partecipato a un round di finanziamento per la società di pagamenti basata su blockchain, Fnality International. 

L’investimento è stato parte della seconda tornata degli stessi dedicata al protocollo di pagamento, con la leadership di Goldman Sachs e la partecipazione chiave della società di servizi finanziari BNP Paribas.

Secondo quanto riferito da Reuters, la società ha annunciato di aver raccolto con successo 77.7 milioni di sterline, equivalenti a 95.09 milioni di dollari, dopo la chiusura del round di finanziamento. 

Altri partecipanti rilevanti includono Nomura, WisdomTree e le istituzioni finanziarie DTCC ed Euroclear.

Fnality ha dichiarato che destinerà i fondi per implementare la prima rete globale di gestione della liquidità, unica nel suo genere, che supporta i nuovi modelli di pagamento digitale. 

Questo modello sarà applicabile sia per i mercati finanziari all’ingrosso che per quelli degli asset tokenizzati.

L’azienda è riconosciuta come un protagonista chiave nella fornitura di soluzioni di contanti in catena per le attività bancarie all’ingrosso attraverso registri distribuiti, sottolineando il suo ruolo di rilievo in un settore in continua evoluzione.

Con questo recente round di finanziamento, Fnality International ha superato i 130 milioni di sterline di investimenti complessivi, consolidando ulteriormente la sua posizione nel mercato. 

L’investimento di Bitfarms per l’espansione della capacità di mining Bitcoin

La società mineraria Bitfarms ha recentemente stipulato un accordo per l’acquisto di 35,888 dispositivi di mining Bitcoin Antminer T21 da Bitmain, al costo di 2,660 dollari per unità. 

La transazione, del valore di circa 95,5 milioni di dollari, prevede la consegna delle apparecchiature tra marzo e maggio del 2024, con un’opzione aggiuntiva per l’acquisto di ulteriori 28,000 Antminer T21.

Con l’implementazione di questi nuovi impianti, Bitfarms prevede di aumentare l’hashrate a 12 EH/s e di raggiungere una capacità installata di 310 MW entro la prima metà del 2024.

Le proiezioni indicano che entro la fine dell’anno l’hashrate dovrebbe crescere ulteriormente, arrivando a 17 EH/s e 391 MW. Questo aumento dell’hashrate è cruciale per la redditività dei minatori, consentendo loro di estrarre Bitcoin in modo più efficiente.

Jeff Morphy, presidente e CEO di Bitfarms, ha sottolineato che i “prezzi attraenti per le attrezzature dal 2020” hanno permesso all’azienda di avviare un programma di modernizzazione della sua flotta mineraria, con l’obiettivo di migliorare l’efficienza energetica a 23 W/TH.

Per finanziare parzialmente questo importante investimento, Bitfarms utilizzerà 60 milioni di dollari canadesi, pari a 44,1 milioni di dollari, raccolti attraverso un collocamento privato di azioni. 

L’Antminer T21, introdotto da Bitmain a ottobre, è progettato per il mining di criptovalute, incluso Bitcoin, Bitcoin Cash e Bitcoin SV, utilizzando l’algoritmo SHA-256.

Alessia Pannone
Alessia Pannone
Laureata in scienze della comunicazione e attualmente studentessa del corso di laurea magistrale in editoria e scrittura. Scrittrice di articoli in ottica SEO, con cura per l’indicizzazione nei motori di ricerca, in totale o parziale autonomia.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS