HomeCriptovaluteRobinhood Crypto è disponibile anche in Europa

Robinhood Crypto è disponibile anche in Europa

La celebre app per fare trading, Robinhood, ha annunciato qualche giorno fa il lancio dei suoi servizi crypto anche nell’Unione Europea. 

L’app risulta già scaricabile ed utilizzabile nei paesi UE sia per Android che per iOS. 

Inoltre è stata anche annunciata la waitlist per il Regno Uniti, che ormai da qualche anno non fa più parte della UE. 

Arriva Robinhood Crypto in Europa

Robinhood è stata fondata nel 2013 in California da Vladimir Tenev and Baiju Bhatt, ed è quotata in borsa con il ticker HOOD. 

Il suo successo si deve al trading senza costi di commissione, ed in parte anche al fatto che già nel 2018 aggiunsero il trading crypto. 

Nel 2022 aggiunsero all’app anche un wallet crypto che consente di depositare e prelevare criptovalute, e nello stesso anno dichiararono 22,8 milioni di account, di cui 15,9 attivi mensilmente. 

In borsa la società capitalizza oltre 10 miliardi di dollari, con un prezzo attuale superiore del 44% a quello di inizio anno. 

Va però detto che il prezzo attuale in borsa è del 70% inferiore a quello di esordio, a luglio 2021, e addirittura dell’85% inferiore al massimo assoluto toccato ad agosto dello stesso anno. 

Pur avendo esordito in borsa durante l’anno del boom, non ha avuto un 2023 particolarmente buono. 

Se ad esempio il Nasdaq nel corso del 2022 perse il 16%, ma poi fino ad oggi nel 2023 ha recuperato il 18%, il titolo HOOD invece nel 2022 perse il 55% e nel 2023 ha recuperato solamente il 51%. 

In altri termini, il Nasdaq ad oggi ha quasi recuperato tutte le perdite del 2022, mentre il titolo HOOK è ancora del 35% sotto il livello di chiusura del 2021. 

Il mercato europeo

Robinhood è nata negli USA, ed inizialmente forniva i suoi servizi solo a clienti residenti negli Stati Uniti. 

Ora invece è sbarcata anche in Europa, e più precisamente nei paesi dell’Unione Europea, che escludono Gran Bretagna, Russia ed altri paesi più piccoli. 

Su Robinhood Crypto il trading non è gratuito, ma si possono scambiare oltre 25 criptovalute a quello che viene definito dal loro stesso “il costo più basso in media nella UE”. 

Il target a cui si rivolgono è quello retail e popolare, tanto che il trading su Robinhood si effettua solo via app. 

Il lancio di Robinhood Crypto in Europa

Per promuovere il lancio nell’UE sono state lanciate anche alcune promozioni. 

La prima promette guadagni fino a 1 BTC invitando amici ad iscriversi. 

La seconda promette un cashback mensile in BTC sul volume di trading.

L’app Robinhood Crypto è disponibile per tutti i clienti iOS e Android idonei in tutta la UE, ovvero per coloro che hanno cittadinanza nell’Unione Europea e più di 18 anni. 

Robinhood Crypto è una piattaforma di trading in cui gli utenti possiedono le proprie criptovalute, ma queste vengono conservate in modo sicuro per loro conto dalla società.

In altri termini utilizza un wallet custodial, come qualunque exchange centralizzato, e già nel 2024 è previsto il lancio del supporto per altri token, oltre che per i trasferimenti crypto e lo staking.

Il trading crypto

Sebbene in questo periodo i volumi del trading crypto prodotti da investitori e speculatori retail sia molto contenuto, i retail stessi sono comunque sempre i maggiori protagonisti di questo mercato. 

Infatti, se su Bitcoin ed Ethereum ci sono anche molti scambi generati da balene o grossi investitori istituzionali, su token minori, come ad esempio quelli delle memecoin, prevalgono sempre nettamente quelli generati da piccoli investitori dilettanti occasionali. 

Basti dire che, ad esempio, se nelle ultime 24 ore i volumi di scambio totali di BTC hanno superato i 31 miliardi di dollari, e quelli di ETH i 13 miliardi, Dogecoin non è arrivato a 1,2 miliardi, e Shiba Inu nemmeno a 250 milioni. 

PEPE ad esempio ha totalizzato un volume di scambio giornaliero complessivo inferiore a 150 milioni di dollari, e WSM (Wall Street Memes) è rimasto addirittura sotto i 35 milioni. 

In altri termini, memecoin come WSM in questo periodo vengono scambiate circa mille volte meno di BTC. 

Tra le crypto scambiabili su Robinhood, che non sono molte, non ci sono molte memecoin, ma ce ne sono diverse che non attraggono molti grossi investitori, come ad esempio BCH (Bitcoin Cash), ETC (Ethereum Classic), UNI (Uniswap), o che sono decisamente di nicchia, come COMP (Compound) o GRT (The Graph). 

È comunque possibile che l’ingresso anche in Europa di Robinhood possa dare ai mercati crypto una spinta aggiuntiva durante la possibile futura nuova bull run. 

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli
"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS