HomeCriptovaluteBitcoinBitcoin asset “lecito” per l’Islam: il 90enne chierico salafita dell'Arabia Saudita lo...

Bitcoin asset “lecito” per l’Islam: il 90enne chierico salafita dell’Arabia Saudita lo conferma

Tra le ultime notizie che riguarda Bitcoin, è emerso che il 90enne chierico salafita dell’Arabia Saudita abbia scritto un Fatwa dove conferma che l’asset è ora “lecito” per l’Islam. In passato, il pensiero era diverso, ma a quanto pare, ora, la situazione è cambiata. 

Bitcoin asset è ora “lecito” per l’Islam: il Fatwa del chierico salafita lo conferma

Secondo le ultime news, pare che l’Islam abbia approvato Bitcoin, affermando che ora l’asset è “lecito”. 

“NUOVO: il 90enne chierico salafita saudita scrive una Fatwa che ritiene il #Bitcoin accettabile per l’Islam”

Il testo inizia affermando che, in passato, era stata declinata la richiesta di rendere accettabile Bitcoin per l’Islam, ma che ora si è cambiata opinione al riguardo. 

E infatti, il 90enne chierico salafita dell’Arabia Saudita ha voluto sottolineare come il giudizio sia cambiato in quanto vede ora le transazioni in bitcoin come transazioni in qualsiasi altra valuta, dove i mali non sono nascosti ed è ben evidente cosa è proibito e cosa no. 

Nello specifico, ecco cosa viene detto riguardo la scelta di rendere ora lecito Bitcoin per l’Islam: 

“[..] ciò che rende più probabile dire che è lecito – a mio parere – è che finché questa valuta ha una copertura da parte di chi l’ha emessa, è accettabile. Perché poi assomigliano ad assegni emessi con importi divisi su un saldo di un conto corrente.”

In pratica, per il chierico salafita, Bitcoin è simile agli assegni da un certo punto di vista e al contante approvato dall’altro. E infatti, simile all’assegno perché vale per tutti coloro che lo detengono e perché viene erogato solo a coloro che hanno ricevuto l’ordine di richiedere ciò che contiene. 

L’Islam accetta l’asset trustless di Bitcoin 

Continuando nel Fatwa, il chierico salafita dell’Arabia Saudita ha poi voluto parlare dell’adozione di Bitcoin, affermando che gli esperti vedono un ampliamento nella sua adozione. 

In tal caso, tutti i Paesi sono costretti a considerare Bitcoin e, anche ad adottare le crypto, senza conoscere coloro che la emettono.

A tal proposito, il chierico salafita dell’Arabia Saudita ha poi parlato di “fiducia”, in quanto è da lì che poi partirebbero tutte le altre regole che valgono per le valute attuali come la cartamoneta. 

Ecco cosa dice il testo:

“Ovviamente, la fonte deve essere nota. Perché la fiducia in essa dipende dalla fiducia nella sua fonte, come avviene per tutte le altre valute, e di conseguenza ad essa si applicano le stesse regole che valgono per le valute attuali come la cartamoneta. L’usura è vietata, la mano del ladro viene tagliata, il suo proprietario diventa ricco, viene ereditato da lui e viene richiesta la zakat. Anche se la sua natura e le modalità di gestione sono diverse da quelle della moneta tradizionale, Dio sa bene cosa fare”

Il prezzo di oggi di BTC

Al momento della scrittura, BTC vale 42.517$, in dump del -1,04% nelle ultime 24 ore. Il suo market cap continua a essere superiore a 832 miliardi di dollari, nonostante il calo del volume di scambio delle ultime 24 ore del 12%. 

Guardando il grafico mensile, la regina delle crypto è rimasta sopra i 40.000$ dal 4 dicembre 2023, arrivando a toccare il suo massimo mensile (e annuale) di 44.540$ l’8 dicembre 2023. 

Le previsioni di prezzo per BTC già per il 2024, sembrano essere molto ottimistiche, come quella dello youtuber Crypto Rover che, basandosi su un’analisi tecnica, lo vede salire a 72.000$ nella prima parte 2024. 

Anche Michael Saylor, CEO di MicroStrategy, ha rilasciato le sue previsioni per Bitcoin, suggerendo che la regina crypto potrebbe raggiungere cifre come 350.000$ entro fine 2024. 

Per altri analisti, invece, pare che già nel 2024 potrebbe verificarsi che Ethereum possa performare meglio di Bitcoin, in termini di prezzo. 

Stefania Stimolo
Stefania Stimolo
Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS