HomeSponsoredBitcoin: BlackRock acquisirà altri 10 milioni di dollari in BTC oggi?

Bitcoin: BlackRock acquisirà altri 10 milioni di dollari in BTC oggi?

SPONSORED POST*

Oggi 3 gennaio il gigante della gestione patrimoniale BlackRock dovrebbe acquistare altri 10 milioni di dollari in BTC come finanziamento iniziale per il suo ETF spot su Bitcoin, secondo quanto riportato dagli analisti.

In effetti le prospettive per Bitcoin sembrano essere molto alte: c’è chi, come Matrixport, sostiene che entro fine settimana o, al massimo, fine mese, BTC possa toccare $50.000 o addirittura superarli.

Il sentiment positivo non si rispecchia solo nel mercato delle crypto ma anche su alcune prevendite che fanno perno su BTC: quella di Bitcoin Minetrix ha superato $7,3 milioni grazie all’introduzione dello stake-to-mine, un nuovo modo per fare mining di Bitcoin.

BlackRock potrebbe acquisire altri $10 milioni in BTC

Ieri BTC ha fatto parlare molto di sé, visto che ha superato $45.000: il tema dell’approvazione degli ETF spot su Bitcoin è sempre più caldo, visto che si avvicina il termine del 10 gennaio, data entro la quale la SEC statunitense dovrà prendere una decisione.

BlackRock, uno dei principali attori a fare richiesta per un ETF spot su Bitcoin negli Stati Uniti, dovrebbe acquisire oggi altri $10 milioni in BTC in vista dell’evento: pare sia così, stando all’analista di Bloomberg, Eric Balchunas, che a fine dicembre ha pubblicato su X una notizia secondo la quale BlackRock avrebbe acquisito tale importo in BTC come finanziamento iniziale nel suo ETF spot su Bitcoin

James Seyffart, un altro analista di Bloomberg, ha però spiegato che questa mossa non starebbe a indicare il lancio immediato dell’ETF: ha però anche avanzato l’ipotesi che tale acquisizione starebbe a indicare che il più grande gestore patrimoniale del mondo si aspetta il suo rilascio poco dopo. 

Tale notizia sarebbe da ritenere valida, in quanto in linea con altre previsioni riguardanti l’approvazione del primo ETF spot su Bitcoin da parte della SEC: in questi giorni, su X, infatti, stanno circolando diverse previsioni, come le dichiarazioni del corrispondente di FOX Business Network (FBN), Charles Gasparino, che prevede l’approvazione per il 4 gennaio 2024.

Il CEO di Galaxy Digital, Mike Novogratz, invece, sostiene che la SEC non si spingerà oltre il termine massimo del 10 gennaio. Inoltre, il responsabile degli asset digitali di Goldman Sachs, Mathew McDermott, prevede anche che tale approvazione, insieme a quella degli ETF spot su ETH, potrebbe aumentare l’interesse istituzionale per le criptovalute.

Arriva il ticker IBIT: BlackRock è pronto per sbarcare sul Nasdaq

Le ultime notizie riguardanti la richiesta di BlackRock per l’emissione dell’ETF spot su Bitcoin vengono confermate dal nuovo ticker IBIT, che sta a indicare che per il più grande asset manager mondiale tutto è pronto per sbarcare sul Nasdaq.

Infatti, nel documento presentato da iShare di BlackRock alla SEC, si parla di azioni che verranno quotate e scambiate sul NASDAQ con il simbolo “IBIT”. BlackRock ha inoltre incontrato varie volte i membri della SEC, ovvero il 20 novembre, il 28 novembre, l’11 dicembre, il 14 dicembre, il 19 dicembre e il 21 dicembre. 

Inoltre il gestore patrimoniale ha anche presentato tre emendamenti alla sua richiesta di ETF su Bitcoin a dicembre scorso. Sembra quindi tutto pronto per approvazione e lancio, elementi che rendono BTC ancora più ambito, come anche il mining: ecco perché il nuovo progetto Bitcoin Minetrix ha superato $7,3 milioni in prevendita.

Bitcoin Minetrix vola a $7,3 milioni in prevendita

Le aspettative nei confronti di Bitcoin e del mercato più in generale portano benefici anche a progetti nuovi, che innovano con idee vincenti: un esempio ne è Bitcoin Minetrix, che tocca un punto molto importante per il settore, ovvero il mining di BTC.

Il mining è infatti un’attività ambita da molti, ma proibitiva se non si hanno i fondi necessari per acquistare attrezzature o le conoscenze tecniche per poter assemblare un computer atto al mining e collegarlo alla rete. 

Ci sono, in alternativa, le piattaforme di cloud mining, che permettono di noleggiare l’attrezzatura e di pagare una cifra stabilita allo scopo di generare hashrate. Tuttavia, questo settore non solo è caratterizzato da contratti vincolanti, ma anche da molte truffe, per cui alla fine gli investitori si ritrovano con perdite di denaro e zero ricompense in BTC.

Con Bitcoin Minetrix e lo stake-to-mine, invece, si usa un cloud mining verificato da Coinsult e inoltre basta fare staking con il token nativo del progetto, BTCMTX ora a $0,0126 in presale, per ottenere hashrate e potenza di calcolo e, alla fine, le ricompense in Bitcoin.

I crediti ottenuti potranno essere sottoposti a burning: maggiore è il numero di crediti di mining bruciati, maggiore sarà l’hashrate ottenuto. Gli investitori inoltre hanno il pieno potere della gestione dei loro token e potranno anche metterli in staking, per ottenere un ulteriore introito passivo.

La presale di Bitcoin Minetrix ha già raccolto oltre $7,3 milioni fino a questo momento: è possibile comprare i token BTCMTX collegando il proprio crypto wallet al sito ufficiale del progetto. 

Inoltre, fino al momento in cui verrà effettuato il lancio della piattaforma, i token acquistati verranno automaticamente messi in staking dal progetto, allo scopo di sfruttare da subito l’APY, che in questo momento è dell’87%.

Bitcoin Minetrix ha un’offerta totale di 4.000.000.000 BTCMTX, di cui il 42,5% è destinato alla presale, il 35% alle operazioni di marketing, il 12,5% alle ricompense per lo staking e il restante 10% ai premi per la community.

Allo scopo di creare una base consistente di utenti, inoltre, il team ha preparato un Minedrop di 30.000 dollari in BTCMTX, ricompensa che verrà distribuita tra 10 fortunati vincitori. Per parteciparvi è sufficiente portare a termine alcune operazioni indicate sul sito web del progetto.

*Questo articolo è stato pagato. Cryptonomist non ha scritto l’articolo né testato la piattaforma.

Massimo De Vincenti
Massimo De Vincenti
Laureato in Economics and Business presso l’Università Luiss di Roma, Massimo ha conseguito anche un Master in Amministrazione, Finanza e Controllo. Trader e analista esperto nel campo delle criptovalute e della finanza decentralizzata, è consulente tecnologico appassionato di innovazione ed evoluzione digitale, relatore anche per seminari o approfondimenti tematici nell'ambito fintech e crypto.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS