HomeBlockchainIl dominio di Arbitrum nello spazio crypto: l'ascesa delle reti layer 2

Il dominio di Arbitrum nello spazio crypto: l’ascesa delle reti layer 2

Nel dinamico panorama crypto, Arbitrum ha segnato il passo con Ethereum, eseguendo 375,3 milioni di transazioni nel 2023, consolidando la sua posizione nella rivoluzione delle reti Layer 2.

Vediamo tutti i dettagli del nuovo report sulle criptovalute del 2023 di CoinGecko nell’articolo. 

La crypto Arbitrum sfida Ethereum mainnet con 375,3 milioni di transazioni

Come anticipato, secondo il nuovo report di CoinGecko, lo scorso anno la crypto Arbitrum ha gestito 375,3 milioni di transazioni, quasi in parità con i 383,1 milioni sulla mainnet di Ethereum.

Più in generale, nel 2023, le reti Layer 2 hanno totalizzato oltre 1,31 miliardi di transazioni, di cui appunto 375,3 milioni su Arbitrum, costituendo il 28,6% delle transazioni L2 su Ethereum

Arbitrum ha rappresentato oltre un terzo (37,5%) delle transazioni su Ethereum Layer 2, escludendo opBNB.

Questo sistema ha anche quasi eguagliato il numero di transazioni della mainnet di Ethereum, che ha registrato 383,1 milioni di transazioni nel 2023. 

Nel quarto trimestre, le transazioni su L2 sono cresciute del 93,8%, raggiungendo 659,0 milioni rispetto ai 340,0 milioni del trimestre precedente.

Il notevole incremento è attribuibile principalmente a opBNB, con 304,8 milioni di transazioni (47,6%) nel quarto trimestre, principalmente dovute a un aumento delle iscrizioni. Solo a dicembre, la rete ha infatti segnato diversi giorni con oltre 20 milioni di transazioni.

Oltre a questi notevoli traguardi per Arbitrum, nel report di CoinGecko si possono trovare anche preziose informazioni sulle performance del 2023 per quanto riguarda Bitcoin, Solana, gli NFT e altro ancora. 

L’inizio del 2024 per Arbitrum: aumento del volume DEX e TVL storico 

La rete di livello 2, Arbitrum, costruita sulla blockchain di Ethereum, ha iniziato il nuovo anno con una solida performance. La piattaforma ha infatti evidenziato notevoli aumenti sia nel volume degli scambi che nella valutazione del suo token nativo, ARB.

Secondo i dati on-chain di DeFiLlama, il volume degli scambi decentralizzati (DEX) su Arbitrum ha superato altre blockchain, inclusi nomi come Binance Smart Chain, Solana e Polygon, nell’ultima settimana. 

Sorprendentemente, il 5 gennaio, il volume DEX su Arbitrum ha brevemente superato quello della rete principale di Ethereum, raggiungendo un traguardo notevole.

Questo successo può essere attribuito principalmente all’aumento degli investitori in criptovalute che sfruttano le tariffe di transazione convenienti della rete. 

Secondo i dati di L2Fees, Arbitrum è una delle reti più economiche per le transazioni, con una commissione media di 0,26 dollari, a differenza della rete Ethereum con una commissione media di oltre 5 dollari. 

Questo potrebbe spiegare l’aumento significativo del volume degli scambi sui DEX di Arbitrum.

Inoltre, i dati on-chain di L2Beat indicano che Arbitrum è tra le prime tre reti layer 2 basate su Ethereum, con una media di 12,85 transazioni giornaliere

L’aumento del volume DEX e le intensificate attività di rete hanno generato un picco nel valore totale degli asset bloccati (TVL) all’interno della blockchain. 

Dal primo dell’anno, la blockchain ha registrato un flusso netto positivo superiore ai 250 milioni di dollari. Ciò ha portato il TVL di Arbitrum a un impressionante massimo storico di 2,64 miliardi di dollari il 12 gennaio.

Nonostante il notevole successo, il token ARB di Arbitrum ha subito un impatto significativo a causa della recente flessione del mercato delle criptovalute. Nello specifico, registrando un calo di circa il 10% e posizionandosi a circa 2,13 dollari. 

Breve focus sul prezzo di Arbitrum e sul prossimo airdrop 

Attualmente, il prezzo di Arbitrum (ARB) si attesta a circa $2,08, registrando un volume di scambi nelle ultime 24 ore pari a $576.853.819,67. Ciò rappresenta una diminuzione del 3,32% nei prezzi nell’arco di un giorno. 

Tuttavia, nello stesso periodo, si è verificato un incremento del 3,94%, in particolare negli ultimi sette giorni. La capitalizzazione di mercato di Arbitrum è di 2.655.026.574 dollari, con un’offerta circolante di 1,3 miliardi di ARB.

Vediamo che Arbitrum sta attualmente conducendo un airdrop del suo token nativo, ARB, rivolto agli utenti che hanno precedentemente utilizzato specifiche applicazioni basate su Ethereum. 

L’obiettivo è incentivare gli utenti a esplorare la rete Arbitrum e promuovere l’adozione del protocollo.

Gli utenti interessati a partecipare all’airdrop devono soddisfare determinati criteri. 

Tra questi l’aver creato un ponte in Arbitrum One o Arbitrum Nova, aver condotto transazioni in mesi distinti, aver eseguito una serie di transazioni con diversi smart contract, e aver effettuato transazioni con un valore cumulativo superiore a una certa soglia in dollari.

Nonostante la recente diminuzione del 3,32% nei prezzi, Arbitrum (ARB) ha registrato un aumento del 3,90% negli ultimi sette giorni, superando il calo del mercato globale delle criptovalute del -5,20%. 

Tuttavia, ha mostrato un lieve sottoperformance rispetto alle criptovalute simili nell’ecosistema Ethereum, che hanno segnato un aumento del 12,70%.

Alessia Pannone
Alessia Pannone
Laureata in scienze della comunicazione e attualmente studentessa del corso di laurea magistrale in editoria e scrittura. Scrittrice di articoli in ottica SEO, con cura per l’indicizzazione nei motori di ricerca, in totale o parziale autonomia.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS