HomeCriptovaluteBitcoinTesla: niente compravendita di Bitcoin nel Q4 2023 

Tesla: niente compravendita di Bitcoin nel Q4 2023 

Tesla non ha effettuato alcuna compravendita dei suoi Bitcoin nell’ultimo trimestre 2023 (o Q4 2023). Ad ogni modo, la società guidata da Elon Musk, rimane il terzo più grande holder quotato di bitcoin, con oltre 387 milioni di dollari in BTC. 

Tesla non ha effettuato alcuna compravendita di Bitcoin nel Q4 2023

Secondo quanto riportato, pare che il colosso delle auto elettriche, Tesla, non abbia effettuato alcuna compravendita dei suoi Bitcoin nell’ultimo trimestre 2024 (o Q4 2023). 

Questo vuol dire che la società guidata da Elon Musk non ha variato le sue partecipazioni in Bitcoin, valutate 387 milioni di dollari ai prezzi attuali. 

E infatti, Tesla rimane holder di oltre 9.720 BTC, il che lo pone al terzo posto come il più grande holder quotato di Bitcoin. 

Sul podio delle società quotate che detengono BTC, Tesla (TSLA) si trova dietro la società di software MicroStrategy (MSTR) e l’operatore minerario Marathon (MARA).

Ma questa strategia da holder di Tesla è solo una ripetizione. Lo scorso ottobre 2023, infatti, il colosso automobilistico dell’energia pulita aveva rivelato di non essersi separato dai suoi 312 milioni di dollari di Bitcoin anche nel Q3 2023. 

La stessa cosa è successa nel Q1 2023 e nel Q2 2023. A quanto pare, Tesla sta dimostrando la sua “fede” duratura nell’asset digitale, in mezzo a fluttuazioni di mercato e dinamiche finanziarie aziendali. 

Tesla e Bitcoin: gli investimenti in BTC della società guidata da Elon Musk

Tesla avrebbe investito 1,5 miliardi di dollari in bitcoin nel febbraio 2021, accumulando circa 43.000 BTC. 

In quello stesso mese, Elon Musk aveva pubblicato l’annuncio che da quel momento era possibile acquistare le auto Tesla utilizzando Bitcoin (BTC) come forma di pagamento. 

Nel maggio 2021, la questione dell’eccessivo consumo di energia per il mining di Bitcoin, che danneggia l’ambiente, aveva portato poi la stessa azienda delle macchine sostenibili a sospendere tali pagamenti in BTC. 

Arrivando al 2022, nel secondo trimestre (o Q2), Tesla aveva dichiarato di aver venduto il 75% dei bitcoin in suo possesso.

Per questo 2023 appena finito, invece, pare quindi che Tesla non stia effettuando alcuna compravendita di Bitcoin (BTC) per tutto l’anno, rivelando la sua posizione da holder di BTC. 

BTC sui 40.000$: le oscillazioni di prezzo in questo mese di gennaio 2024

In questo primo mese di gennaio 2024, Bitcoin sta registrando delle oscillazioni di prezzo

Il suo massimo mensile è arrivato nella giornata dell’11 gennaio, con l’approvazione degli ETF su Bitcoin Spot negli USA, che ha portato il prezzo a sfiorare i 47.500$. 

Subito dopo, però, il prezzo di BTC ha cominciato un trend ribassista e due giorni fa, BTC ha toccato il suo minimo mensile a quota 38.550$. 

Al momento della scrittura, BTC vale 40.000$, in dump del -7% rispetto al mese scorso e del -6% rispetto a una settimana fa. 

Stefania Stimolo
Stefania Stimolo
Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS