Ora è possibile comprare Tesla con bitcoin
Ora è possibile comprare Tesla con bitcoin
Bitcoin

Ora è possibile comprare Tesla con bitcoin

By Marco Cavicchioli - 24 Mar 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

L’annuncio lo ha dato Elon Musk stesso: ora è possibile comprare Tesla pagando in bitcoin. 

Musk ha però anche aggiunto altri particolari molto interessanti. 

Innanzitutto ha dichiarato esplicitamente che i BTC che Tesla dovesse incassare in questo modo non verranno convertiti in valuta fiat, ma mantenuti in bitcoin. 

Questo di fatto significa che è intenzione dell’azienda quella di incrementare la quantità di BTC tenuti come riserva, oltre a quelli acquistati ad inizio febbraio. 

Musk inoltre ha anche rivelato che per processare i pagamenti in BTC Tesla utilizza un software interno ed open source gestendo direttamente dei nodi Bitcoin.

Per ora i pagamenti in BTC sono stati attivati solamente per i clienti statunitensi, ma entro fine anno saranno abilitati anche per i clienti esteri. 

Si può comprare Tesla in Bitcoin: reazioni all’annuncio

Il prezzo di bitcoin ha subito reagito alla diffusione della notizia, facendo registrare un +3% in poco più di mezz’ora, ma senza risalire fino ai massimi storici di dieci giorni fa. 

Con il significativo incremento di valore di bitcoin, moltiplicatosi quasi per sei volte negli ultimi sei mesi, ci sono molti possessori di BTC che si ritrovano per le mani una piccola fortuna, soprattutto qualora avessero investito ad esempio durante il crollo dell’anno scorso.

Infatti esattamente un anno fa il prezzo scese abbondantemente sotto i 6.000$, e da allora è cresciuto di più di dieci volte.

Tra coloro che si trovano per le mani questa fortuna potrebbero esserci diverse persone allettate dall’ipotesi di spendere un po’ dei propri bitcoin per acquistare un’auto Tesla. Pertanto la decisione dell’azienda non stupisce per nulla, anche perché fu ampiamente annunciata proprio nello stesso momento in cui venne annunciato l’acquisto di BTC. 

Visto che la società detiene ancora grandi quantità di riserve liquide in dollari, non stupisce nemmeno la decisione di non vendere i bitcoin eventualmente incassati con la vendita dei loro prodotti. 

Ora, così come accadde già a febbraio, è lecito attendersi che anche altre aziende seguiranno l’esempio di Tesla ed inizieranno ad accettare pagamenti diretti in BTC.

Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.