HomeBlockchainLa piattaforma crypto della Corea del Sud Somesing è stata colpita da...

La piattaforma crypto della Corea del Sud Somesing è stata colpita da un attacco hacker

In un colpo significativo per il fiorente panorama delle crypto della Corea del Sud, Somesing, una popolare piattaforma di social karaoke basata su blockchain, ha recentemente subito una grave violazione della sicurezza da un hacker che ha causato la perdita di oltre 11,5 milioni di dollari. 

La piattaforma, che ora collabora attivamente con le autorità locali e l’Interpol, deve affrontare la sfida di identificare e arrestare gli hacker professionisti responsabili dell’exploit.

Somesing, la piattaforma di karaoke crittografico della Corea del Sud, violata da un hacker per oltre 11,5 milioni di dollari

In uno sconvolgente colpo di scena, Somesing, una piattaforma di social karaoke basata su blockchain in Corea del Sud, è stata vittima di un’importante violazione della sicurezza che ha portato alla perdita di 730 milioni di SSX, il suo token nativo, pari a ben 11,58 milioni di dollari. 

L’incidente si è verificato sabato, lasciando la piattaforma in difficoltà per contenere le conseguenze e prendere misure immediate per affrontare la violazione. 

Somesing ha confermato che si tratta di un attacco esterno orchestrato da hacker professionisti e sta collaborando con le autorità locali e le organizzazioni internazionali, tra cui l’Interpol, per identificare e arrestare i responsabili.

L’importo sfruttato comprende 504 milioni di token SSX non distribuiti, destinati alla circolazione entro la fine del 2025, e 226 milioni di token SSX già in circolazione, detenuti dalla fondazione Somesing. 

Nel suo annuncio ufficiale, la piattaforma ha sottolineato che l’incidente di hacking non è legato a nessun membro del team di Somesing. Al contrario, ha indicato il coinvolgimento di hacker professionisti con esperienza specializzata in violazioni di asset virtuali.

Somesing ha agito rapidamente in risposta alla violazione, segnalando l’incidente all’Agenzia nazionale di polizia per un’indagine completa. 

La piattaforma si è inoltre avvalsa dei servizi dell’entità blockchain locale Klaytn Foundation e ha collaborato con Uppsala Security, una società affiliata all’Interpol, per rintracciare l’aggressore. L’azienda intende congelare i beni compromessi e intraprendere azioni legali contro l’hacker una volta accertata la sua identità.

Sforzi di collaborazione e impatto sul mercato

Nel tentativo di mitigare le potenziali ricadute della violazione della sicurezza, le principali borse di criptovalute sudcoreane, tra cui Upbit, Bithumb e Coinone, hanno accolto la richiesta di Somesing di interrompere temporaneamente il deposito e il ritiro di SSX. 

Questi exchange hanno anche avvertito gli utenti di una possibile maggiore volatilità dei prezzi legata all’incidente di hacking. È da notare che HTX e Gate.io, che quotano anche il token SSX, non hanno al momento emesso avvisi simili.

Somesing opera sulla blockchain Klaytn e adotta un modello commerciale unico che incentiva gli utenti a caricare registrazioni di karaoke ricompensandoli con token SSX. 

Gli utenti possono sostenere i loro artisti di karaoke preferiti donando token; i cantanti ricevono il 60% dei token donati, Somesing il 20% e il restante 20% è destinato alle spese di copyright e al mantenimento della comunità.

L’hack di Somesing si aggiunge alla crescente lista di problemi di sicurezza informatica nel settore delle criptovalute. 

Proprio all’inizio di questo mese, il protocollo Orbit Bridge, legato a Klaytn, ha subito una violazione da 81,5 milioni di dollari. 

Nonostante questi incidenti, i dati recenti indicano un calo complessivo del volume totale degli hack di criptovalute nel 2023, con una diminuzione di oltre il 50% rispetto all’anno precedente. Tuttavia, il settore rimane vigile, riconoscendo le minacce persistenti poste da hacker sofisticati.

Conclusioni e risposta del mercato

L’hack di Somesing ha spinto l’intera comunità crittografica a rivalutare le misure di sicurezza e a rafforzare le difese contro le potenziali minacce informatiche. 

Poiché la piattaforma collabora con le forze dell’ordine e con organizzazioni internazionali come l’Interpol, l’incidente evidenzia l’importanza di risposte rapide e coordinate a tali violazioni della sicurezza.

Lo sfortunato incontro della piattaforma Somesing con una grave violazione della sicurezza serve a ricordare le continue sfide che il settore delle criptovalute deve affrontare per garantire la sicurezza e l’integrità dei beni digitali. 

Con l’evolversi delle indagini e l’intensificarsi degli sforzi di collaborazione, l’incidente darà senza dubbio forma alle discussioni sui protocolli di sicurezza informatica, sulla protezione degli utenti e sulla resilienza generale delle piattaforme basate su blockchain di fronte all’evoluzione delle minacce informatiche.

RELATED ARTICLES

MOST POPULARS