HomeCriptovaluteBitcoinLa Germania annuncia il colossale sequestro da 50.000 Bitcoin (BTC)

La Germania annuncia il colossale sequestro da 50.000 Bitcoin (BTC)

Recentemente, è stato ufficializzato il più grande sequestro di Bitcoin (BTC) in Germania a opera delle autorità tedesche. Nello specifico sono stati 50,000 i BTC confiscati da un’indagine sulla pirateria. Vediamo di seguito tutti i dettagli. 

Record in Germania nel sequestro di Bitcoin 

Come anticipato, le autorità tedesche hanno confiscato 50,000 Bitcoin legati a un sito di pirateria, con i sospettati che hanno trasferito la valuta digitale ai portafogli della polizia, generando incertezza nell’adozione delle criptovalute.

Il sequestro senza precedenti di 50,000 Bitcoin, del valore di circa 2 miliardi di euro (2.17 miliardi di dollari), è stato effettuato dalle forze dell’ordine tedesche, guidate dalla polizia criminale statale della Sassonia. 

Questa operazione rappresenta il più grande sequestro di criptovaluta nella storia della Germania.

Il sequestro di queste criptovalute è stato il risultato di un’indagine più ampia su presunte violazioni del diritto d’autore e sfruttamento commerciale non autorizzato di opere protette da copyright. 

I Bitcoin erano collegati a due individui, uno tedesco e uno polacco, accusati di gestire un sito di pirateria fino al 2013. Le autorità ritengono che i Bitcoin siano stati acquistati con il ricavato dalla distribuzione di materiale piratato attraverso il loro sito.

In modo insolito, gli indagati hanno trasferito volontariamente i Bitcoin nei portafogli ufficiali dell’Ufficio federale della polizia criminale (BKA), ma il destino di queste criptovalute rimane incerto. 

Questo solleva interrogativi sul possibile impatto sul mercato, considerando la rilevante quantità di Bitcoin coinvolta.

Copyright e riciclaggio di denaro 

Oltre alle dimensioni notevoli, il sequestro è degno di nota per la collaborazione tra diverse agenzie, tra cui la Procura generale di Dresda, l’Ufficio federale della polizia criminale (BKA), l’FBI e un’azienda di esperti informatici forensi con sede a Monaco. 

Questo evidenzia l’attenzione crescente delle forze dell’ordine sulla connessione tra criptovalute e attività illegali, soprattutto in violazione del copyright e riciclaggio di denaro.

L’operazione si inserisce in un contesto più ampio in cui le autorità globali intensificano gli sforzi per regolamentare e monitorare le transazioni crypto legate a attività illegali. 

Inoltre, sottolinea la crescente abilità delle forze dell’ordine nel rintracciare e sequestrare beni digitali, un aspetto cruciale nel dibattito in corso sulla regolamentazione e l’utilizzo delle criptovalute.

Mentre l’indagine continua, ulteriori dettagli potrebbero emergere sulle implicazioni di questo sequestro, sia per gli indagati che per l’intero mercato delle criptovalute. Al momento, rimane un caso significativo nella storia dell’applicazione delle criptovalute in Germania.

Finoa e lo strategico round di finanziamento da $15 milioni

Poche settimane prima delle sventure crypto avvenute in Germania di cui sopra, Finoa, la società tedesca specializzata in servizi di staking e custodia crypto, ha completato con successo un round di finanziamento strategico, raccogliendo 15 milioni di dollari. 

L’investimento è stato co-guidato da Maven 11 Capital e Balderton Capital, con la partecipazione di noti investitori tra cui Blue Bay Ventures, Signature Ventures, Coparion e Venture Stars.

Il co-fondatore e co-CEO di Finoa, Christopher May, ha rivelato che il processo di raccolta fondi è iniziato a giugno dell’anno precedente, con conclusione a dicembre. 

L’obiettivo iniziale era di ottenere tra i 5 e i 6 milioni di dollari dagli investitori esistenti. Tuttavia, a causa del crescente interesse degli investitori esterni, in particolare dopo il recente raggiungimento della redditività, l’azienda ha superato tale obiettivo.

Questo round di finanziamento rappresenta un traguardo significativo per Finoa, intervenendo quasi tre anni dopo che l’azienda aveva garantito 22 milioni di dollari in finanziamenti di serie A nell’aprile 2021. 

Contrariamente a un più ampio round di serie B, Finoa ha scelto un approccio di finanziamento strategico mirato, in linea con i suoi obiettivi di crescita.

Si prevede che questo investimento strategico darà impulso all’espansione di Finoa e rafforzerà la sua posizione nel settore dei servizi crittografici istituzionali. 

Probabilmente superando concorrenti chiave come Fireblocks e Anchorage grazie alla sua qualificata custodia in Europa e alle licenze dell’Autorità federale tedesca di vigilanza finanziaria.

Alessia Pannone
Alessia Pannone
Laureata in scienze della comunicazione e attualmente studentessa del corso di laurea magistrale in editoria e scrittura. Scrittrice di articoli in ottica SEO, con cura per l’indicizzazione nei motori di ricerca, in totale o parziale autonomia.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS