HomeCriptovaluteBitcoinPrevisioni sul prezzo del Bitcoin nel 2024: gli esperti si esprimono sul...

Previsioni sul prezzo del Bitcoin nel 2024: gli esperti si esprimono sul futuro dell’oro digitale

Il mondo delle criptovalute continua a essere un tema caldo, con il Bitcoin (BTC) al centro della scena, in vista del 2024, un gruppo di 40 specialisti del settore ha condiviso le proprie intuizioni e previsioni sull’evoluzione del prezzo del Bitcoin fino al 2030. 

Finder, una delle principali piattaforme di comparazione finanziaria, ha condotto il suo ultimo sondaggio nel gennaio 2024, rivelando le interessanti prospettive degli esperti di criptovalute.

Previsioni sul prezzo del Bitcoin: un’istantanea per il 2024

Secondo la previsione media del panel, il Bitcoin dovrebbe raggiungere un valore di 77.423 dollari entro la fine del 2024. 

Questa cifra segna un aumento sostanziale rispetto alla previsione media di 38.488 dollari del precedente sondaggio per la fine del 2023. Il sentimento rialzista è ulteriormente enfatizzato dalle proiezioni per il 2025 e il 2030, con medie rispettivamente di 122.688 e 366.935 dollari.

I relatori hanno citato diversi fattori che contribuiscono alle loro previsioni ottimistiche per il Bitcoin nel 2024. Kadan Stadelmann, CTO di Komodo, ha sottolineato il crescente interesse da parte delle grandi aziende e degli investitori istituzionali, che dovrebbe spingere la domanda. 

Inoltre, l’approvazione degli ETF spot e l’imminente dimezzamento del 2024, che ridurrà l’offerta di nuova emissione, sono stati identificati come catalizzatori chiave per un potenziale apprezzamento del valore.

Daniel Polotsky, fondatore e presidente di CoinFlip, ha aggiunto un ulteriore livello alla narrativa rialzista, suggerendo che i potenziali tagli dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve statunitense nel 2024 potrebbero reindirizzare la liquidità verso il Bitcoin.

Ha sottolineato che una combinazione di tagli dei tassi, instabilità politica globale, ETF Bitcoin spot e dimezzamento potrebbe contribuire a una notevole impennata dei prezzi.

Sebbene la maggior parte dei relatori abbia espresso sentimenti rialzisti, non sono mancate le voci discordanti. John Hawkins, docente senior presso l’Università di Canberra, è rimasto scettico, considerando il Bitcoin poco più di una bolla speculativa. 

Ha messo in guardia dal fare paralleli con eventi passati, sottolineando il potenziale di aumenti temporanei dei prezzi guidati da nuovi ETF Bitcoin spot.

Previsioni e picchi di prezzo

Le previsioni del panel sul picco del prezzo del Bitcoin entro la fine del 2024 variavano da una media di 87.875 dollari, con alcune previsioni di picchi superiori a 200.000 dollari. 

Al contrario, il prezzo medio più basso previsto era di 35.734 dollari, con alcuni partecipanti che prevedevano che potesse scendere fino a 20.000 dollari.

Henry Robinson, cofondatore di Decimal Digital Currency, ha espresso ottimismo, prevedendo che il Bitcoin raggiunga i 120.000 dollari entro la fine dell’anno. Robinson ha sottolineato il potenziale squilibrio tra domanda e offerta, suggerendo che forze macro come gli ETF, una Fed dovish e una crescente adozione potrebbero alimentare una traiettoria al rialzo.

La maggioranza (57,5%) dei partecipanti al panel ritiene che sia attualmente un buon momento per acquistare Bitcoin, mentre il 37,5% suggerisce di tenere l’asset. Solo il 5% ritiene che sia il momento di vendere. 

Jason Lau, Chief Innovation Officer di OKX, ha giustificato il sentimento di acquisto sottolineando la continua adozione e accessibilità del Bitcoin, soprattutto con la recente approvazione degli ETF.

Oltre la metà dei partecipanti al panel (54%) ritiene che il Bitcoin sia attualmente venduto a sconto, mentre il 33% lo considera equo e il 13% lo ritiene sovraprezzato. 

Mitesh Shah, fondatore e CEO di Omnia Markets, Inc. ha attribuito il potenziale di crescita del Bitcoin alle recenti approvazioni di ETF spot e all’imminente dimezzamento, suggerendo che al momento è sottoprezzato.

La maggioranza dei partecipanti al panel ha individuato nelle approvazioni di ETF spot per il Bitcoin, nell’anticipazione del dimezzamento e nella crescita degli investimenti istituzionali i principali fattori alla base della recente impennata del prezzo del Bitcoin. 

Raul Calvo, co-fondatore di Diva Staking, ha sottolineato lo slancio del mercato che ha preceduto le approvazioni degli ETF e gli afflussi istituzionali.

Il ruolo dell’halving in una corsa al rialzo per il prezzo Bitcoin nel 2024 e l’aumento del sentimento positivo per le previsioni 

Sebbene oltre il 50% dei partecipanti al panel ritenga che il dimezzamento innescherà la prossima corsa al rialzo delle criptovalute, molti riconoscono un mix di fattori in gioco. 

Akash Mahendra, responsabile delle relazioni con gli sviluppatori di Haven1, ha sottolineato l’importanza del dimezzamento e dell’approvazione degli ETF Bitcoin spot nell’accelerazione della domanda.

Quasi la metà (47%) dei partecipanti al panel prevede che il Bitcoin raggiungerà un nuovo massimo storico sei mesi dopo l’halving, mentre il 18% prevede questo traguardo entro 12 mesi. 

Alcuni hanno preso in considerazione le tendenze storiche, come Samy Ben Bahmed, manager di Sastanaqqam, che ha sottolineato il precedente massimo storico del BTC circa sei mesi dopo il precedente dimezzamento.

La varietà di opinioni degli esperti sul futuro del Bitcoin evidenzia la natura dinamica del mercato delle criptovalute. Se da un lato dominano i sentimenti rialzisti, dall’altro lo scetticismo e le prospettive di cautela ricordano agli investitori l’intrinseca volatilità. 

Per navigare nel panorama delle criptovalute nel 2024, gli operatori di mercato devono considerare attentamente la moltitudine di fattori che influenzano la traiettoria del prezzo del Bitcoin, dalle condizioni macroeconomiche agli sviluppi normativi e tecnologici.

RELATED ARTICLES

MOST POPULARS