HomeCriptovaluteBitcoinBalena di Bitcoin: due wallet dormienti dal 2013 hanno mosso oltre 1.000...

Balena di Bitcoin: due wallet dormienti dal 2013 hanno mosso oltre 1.000 BTC

Ieri, 12 maggio, due wallet appartenenti a una balena di Bitcoin dormiente dal 2013 hanno eseguito transazioni per un totale di oltre 1.000 BTC. Dietro tali transazioni dall’equivalente di 61 milioni di dollari, si pensa ci sia la stessa entità. 

Balena di Bitcoin: la transazione da oltre 1.000 BTC di wallet inattivi dal 2013

Il 12 maggio, mentre BTC oscillava sopra i 61.000$, due portafogli Bitcoin inattivi dal 2013 hanno eseguito transazioni, per un totale di oltre 1.000 BTC. 

E infatti, dopo 10 anni e 8 mesi di inattività, pare si sia svegliata una balena di bitcoin, dato che si pensa che dietro tali wallet ci sia lo stesso individuo. 

Secondo quanto riportato, all’altezza del blocco 843.131, il portafoglio identificato come “16vRq” ha trasferito 500 BTC. Nello specifico, i BTC sono passati da un indirizzo originale Pay to Public Key Hash (P2PKH) a un portafoglio moderno Pay to Witness Public Key Hash (P2WPKH). 

Tale portafoglio 16vRq è stato creato il 12 settembre 2013 e la transazione del 12 maggio 2024 ha ottenuto un punteggio di privacy moderato di circa 55. 

Circa due blocchi dopo, all’altezza del blocco 843.133, è stata eseguita una seconda transazione da un altro portafoglio P2PKH noto come “1DUJu”, anch’esso creato il 12 settembre 2013. Questo portafoglio ha inviato 500 BTC, per un valore approssimativo di 30 milioni di dollari, a un altro indirizzo P2WPKH. 

Questa transazione rispecchia la prima, con 499,99 BTC ancora nel portafoglio e un punteggio simile di 60 per la privacy.

Balena Bitcoin: le transazioni dei wallet inattivi e la reazione del prezzo di BTC

Oltre a queste due transazioni, è stato rilevato anche un altro portafoglio di una balena Bitcoin, creato nel maggio 2013 e inattivo da quel momento, che ha spostato altri 108 BTC all’altezza del blocco 843.017. 

Dato che anche questo trasferimento ha avuto origine da un portafoglio P2PKH legacy ed è finito in un portafoglio P2WPKH, si pensa che dietro ci sia sempre la stessa entità, ma ovviamente ciò non è garantito. 

Ad ogni modo, nelle ultime 24 ore, i portafogli da balena di Bitcoin hanno spostato alcune somme significative come appunto l’equivalente di oltre 61 milioni di dollari. 

Ma come ha reagito il prezzo di BTC? Guardando il grafico del prezzo, BTC continua ad oscillare intorno alla cifra dei 61.000$, senza segnalare grossi cambiamenti. 

Al momento della scrittura, BTC vale 61.390$, e il suo market cap supera i 1.200 miliardi di dollari. Nelle ultime 24 ore, il volume di scambi di BTC sembra essere aumentato del 37%. 

Il wallet dell’era di Satoshi Nakamoto

Sempre in questo mese di maggio 2024, pare che sia stato segnalato anche un altro wallet con movimenti di BTC, creato nell’era di Satoshi Nakamoto. 

In pratica, lo pseudonimo dietro il creatore di Bitcoin, Satoshi Nakamoto, è scomparso nel nulla nel 2011. 

Tale wallet risvegliato avrebbe inviato BTC a due indirizzi diversi e poi avrebbe ricevuto altre due transazioni in entrata. Mentre i BTC ricevuti erano di importi poco irrilevanti, l’invio è stato invece di 687 BTC, pari a quasi 42,7 milioni di dollari. 

In realtà, il portafoglio di BTC dell’era di Satoshi Nakamoto non era proprio dormiente. E infatti, sono state registrate transazioni in entrata per cifre contenute di BTC nel 2020 e 2021, oltre che nel 2018, nel 2016, 2015 e nel 2014. 

Stefania Stimolo
Stefania Stimolo
Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS

GoldBrick