HomeAIUp Mobile: in arrivo il primo smartphone Web3 con integrazione AI e...

Up Mobile: in arrivo il primo smartphone Web3 con integrazione AI e blockchain

In arrivo per questo 2024, c’è Up Mobile, il primo smartphone Web3 che offre i vantaggi dell’Intelligenza Artificiale (AI) ed è basato su tecnologia Blockchain. Al contrario dei classici smartphone Apple e Google, con Up Mobile non ci sono più ostacoli o ban alle applicazioni del Web3. 

Up Mobile: le caratteristiche del primo smartphone Web3 con vantaggi dell’AI e blockchain 

Up Network, un team che collega dispositivi mobili alla blockchain, ha lanciato Up Mobile: il primo smartphone Web3 che offre i vantaggi dell’Intelligenza Artificiale (AI) e blockchain. 

A collaborare col team c’è Movement Labs che fornisce la tecnologia blockchain per l’adozione del linguaggio Move creato da Facebook, per fornire livelli pionieristici di sicurezza e privacy all’esperienza dell’utente.

Lo scorso aprile 2024, proprio Movement Labs aveva raccolto un finanziamento di Serie A da 38 milioni di dollari, per integrare Move Virtual Machine di Facebook sulla blockchain di Ethereum. 

Ad ogni modo, Up Network presenta già una lista d’attesa di oltre 10.000 persone per il suo smartphone Web3. Non solo, il team punta a distribuire circa 100.000 telefoni entro la fine di questo 2024. 

Con decine di partner dell’ecosistema già a bordo e una base di utenti potenziale di quasi 7 miliardi di utenti di telefonia mobile a livello globale, Up Network è pronta per una rapida crescita e adozione.

Up Mobile: lo smartphone basato su AI e blockchain e le app del Web3

In onore del lancio di UP Mobile, è intervenuto anche Roy Liu, il co-fondatore di Up Network, commentando come segue: 

“Ogni utente Web3 utilizza uno smartphone Apple o Google, ma la maggior parte delle applicazioni Web3 sono vietate o ostacolate a causa delle condizioni poco favorevoli dell’AppStore di Apple e del Play Store di Google. Abbiamo bisogno di uno smartphone che offra un’esperienza d’uso Web3 e di un ecosistema che supporti l’innovazione e la distribuzione. Finalmente il 2024 porta più disponibilità al pubblico e noi siamo dotati di tutti gli strumenti e l’accettazione necessari. La nostra partnership strategica con Movement Labs è destinata a rivoluzionare questo spazio, rendendo il Web3 accessibile a tutti, segnando un’era di rivoluzione del Web3 per i consumatori.”

In pratica, Liu sottolinea l’importanza che il nuovo smartphone Web3 non sia di Apple o di Google, così che da essere libero dalle condizioni dei due colossi che spesso ostacolano o vietano le applicazioni Web3. 

A seguire, Liu evidenzia la collaborazione con Movement Labs come fondamentale per l’usabilità dell’AI

Gli algoritmi di intelligenza artificiale sono impiegati per elaborare e creare identificatori digitali unici utilizzando i dati del riconoscimento facciale e delle impronte digitali, garantendo che ogni utente possa registrarsi una sola volta. Tuttavia, grazie alla tecnologia “zero-knowledge proof”, l’identità viene dimostrata senza rivelare alcun dato biometrico.

Non solo, nel sistema operativo sono integrati modelli linguistici locali di grandi dimensioni (LLM), che offrono assistenza agli utenti per le attività quotidiane, come prenotare un appuntamento a cena o tenere una lista della spesa. 

Tutti questi processi sono privati e locali al dispositivo, il che li rende soluzioni molto più affidabili rispetto alle pratiche standard basate sul cloud.

Solana Saga 

E se si parla di smartphone Web3, è facile pensare al Solana Saga, il cui primo modello è stato lanciato nell’estate 2022, distribuito al pubblico nel Q1 2023, e venduto al prezzo di 1000$ di base. 

In questo 2024, poi, è stata annunciata la seconda versione del Solana Saga, che presenta le stesse caratteristiche di base del primo modello ma ad un prezzo nettamente inferiore al primo. 

Di base, il Solana Saga ha un crypto-wallet integrato, un software Android personalizzato e un “dApp store” per le applicazioni Web3. 

Tra le ultime novità del dispositivo dell’ecosistema di Solana, c’è l’introduzione di APhone (DePIN), un’app per smartphone virtuale basata sul web. 

Stefania Stimolo
Stefania Stimolo
Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS

GoldBrick