Nella città di Sofia, capitale della Bulgaria, il 15 novembre scorso la startup italiana Helperbit si è aggiudicata il titolo di Migliore Startup Europea del settore fintech agli Startup Europe Awards.

Read this article in the English version here.

helperbit migliore fintech in europa

Helperbit, che da qualche giorno ha lanciato il proprio servizio, mira a facilitare le donazioni in criptovaluta alle organizzazioni no-profit. Il beneficio di un simile sistema, secondo il sito dell’iniziativa, è una maggiore trasparenza e rapidità delle donazioni.

Oltre a questi vantaggi, Helperbit vanta anche una maggior efficienza rispetto alle controparti tradizionali così come un approccio più diretto (p2p).

Mariya Gabriel, Commissioner for Society and Digital Economy, consegnando il premio a Helperbit, ha così commentato:

“L’Europa vuole avere più persone come voi. Per passione, dedizione, talento ed energia che avete messo nel progetto. Noi crediamo nel vostro sogno e voi avete già dimostrato che il progresso si fa a piccoli passi e che per avere successo ci vogliono duro lavoro e impegno nell’affrontare i temi più impegnativi. Avete dimostrato che il successo può arrivare da qualsiasi parte d’Europa e che bisogna essere coraggiosi e audaci.”

Secondo quanto affermato dall’amministratore delegato di Helperbit, questo è un importante passo non soltanto per la sua azienda, ma anche per l’intero settore fintech.

Questo perché, ha spiegato, le blockchain permissionless e le criptovalute sono tra le innovazioni più importanti del secolo e stanno già influenzando le vite delle persone.

L’impatto di queste tecnologie però, puntualizza, può essere amplificato a beneficio di cittadini e governi. Infine, ha sottolineato:

“la Commissione Europea ha un ruolo fondamentale in questo processo di amplificazione e siamo lieti che abbia scelto Helperbit come esempio virtuoso da premiare durante questo evento.”