A differenza di ieri, questa mattina l’85% delle oltre 2080 criptovalute elencate da Coinmarketcap è in territorio negativo. Tra le big 20 l’affondo più marcato è quello del valore di Ethereum Classic (ETC) con un ribasso superiore al 7% dai livelli di ieri mattina.

Read this article in the English version here.

Il motivo è dovuto ad un attacco alle rete superiore al 51% causando un reorg di alcune transazioni. Il grave bug di ETC è iniziato a trapelare domenica pomeriggio, tra le ore 02:00 e 05:00 UTC, quando la società cinese SlowMist, specializzata nella sicurezza informatica, ha annunciato che stava rilevando delle strane attività di doppia spesa (double spending) sulle rete di Ethereum Classic.

Questo bug di ETC ha creato danni al network e una perdita attualmente stimata di circa $460.000, causata da circa 88.500 ETC utilizzati due volte.

Alcuni degli exchange, tra cui i famosi Coinbase, Kraken, Poloniex e Bitfly hanno disabilitato gli scambi in entrata e uscita in ETC al fine di aumentare le richieste di conferme per i depositi attivi in queste ore.

Grafico Tron: https://it.tradingview.com/symbols/TRXUSD/

Tra i segni al rialzo continua a svettare Tron (TRX), che anche oggi continua a salire aggiungendo un altro +6% su base giornaliera e arrivando a segnare un +26% su base settimanale, superando di un paio di punti anche la performance di Litecoin (LTC).

La salita oltre i $0,025 riporta i prezzi ai livelli di inizio novembre, spingendo la capitalizzazione oltre i 1620 milioni di dollari, facendo balzare Tron al 9° posto in classifica tra le maggiori capitalizzate a discapito di Bitcoin SV (BSV) che scivola al 10° posto.

La capitalizzazione totale riesce a rimanersi sopra i 135 miliardi di dollari. Nessuno scossone per la dominance di bitcoin che continua a mantenersi sopra il 51%. Si riduce la distanza tra il valore di ethereum (ETH) e quello di ripple (XRP) per demeriti della prima che accusa maggiore debolezza per i riflessi del bug di Ethereum Classic.

Grafico Bitcoin: https://it.tradingview.com/symbols/BTCUSD/

Bitcoin (BTC)

Dopo aver pizzicato i 4200 dollari, i prezzi di bitcoin tornano a sedersi a cavallo dei 4000 dollari, soglia che sino a pochi giorni fa aveva fatto da tappo ad ogni rialzo.

Dopo aver corso per oltre il 15% dai minimi di fine anno, gli acquisti si prendono una pausa con scambi che scendono sotto la media dell’ultimo mese.

Un ritracciamento sotto i 4000 inizierà a preoccupare solo con estensioni sotto i 3800 dollari. Al rialzo è necessaria la rottura dei 4400 dollari in ottica di medio-lungo periodo.

Grafico Ethereum: https://it.tradingview.com/symbols/ETHUSD/

Valore Ethereum (ETH)

I riflessi del bug di Ethereum Classic si fanno sentire anche sul valore di Ethereum che dopo aver provato a sfondare i 165 dollari accusa un ritracciamento superiore al 10% dai massimi toccati domenica pomeriggio.

La discesa sotto i 150 dollari, ad un passo dalla trendline rialzista partita a metà dicembre, tornerà a risvegliare l’orso solamente con allunghi sotto i 120 dollari. Sopra questa soglia il trend rialzista mensile non sarà da considerare tecnicamente intaccato.

 

Previous articleSgame Pro (SGM) oggi listato sull’exchange Nexex
Next articleAzilowon ICO: sold out su Eidoo. $10 milioni in meno di 2 mesi
Federico Izzi
Analista finanziario e #trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Da maggio 2017 è ufficialmente analista tecnico di BigBit. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di #criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul #Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo