Il 2019 la Thailandia lo inizia con un’apertura sempre più ferrata del mondo crypto, rilasciando licenze sui digital asset. Infatti, la SEC ha rilasciato a ben quattro crypto exchange la licenza per operare. Ad altre due attività, invece, sarebbe stata negata, mentre un’altra sarebbe ancora in fase di valutazione.

Read this article in the English version here.

Secondo quanto riportato, sono quattro le attività premiate dalla Security Exchange Commission Thailandese (SEC), di cui tre hanno ricevuto la licenza per operare come crypto exchange. Si tratta di Bitcoin Co, Bitkub Online Co Ltd e Satang Corporation Co Ltd, mentre solo una è stata approvata con licenza come crypto broker e dealer: Coins TH Co Ltd.

Al contrario, le società di Cash2Coins Co Ltd e Southeast Asia Digital Exchange Co Ltd sono state al momento escluse e non hanno dunque ricevuto alcuna licenza a causa del mancato soddisfacimento degli standard SEC in merito al sistema di KYC e di manutenzione degli asset.

In ogni caso, per entrambe, il Ministero delle Finanze afferma che non è esclusa la possibilità di richiedere la licenza in futuro, apportando le dovute modifiche alle proprie procedure. Sia Cash2Coins che Southeast Asia Digital Exchange hanno tempo fino il 14 gennaio per informare i clienti sui trasferimenti delle risorse digitali ad altri crypto exchange.

Un’altra richiesta di licenza nelle mani della SEC, sempre come crypto exchange, proviene invece da Coin Asset Co che ,nell’attesa, può operare seguendo le disposizioni del decreto royal che dal maggio 2018 ne autorizza la legalità.

Il CEO di Bitkub Capital Holdings, Jirayut Srupsrisopa, in merito a queste nuove disposizioni governative che in un certo senso rendono il mercato crypto più regolamentato, afferma:

Gli investitori in criptovalute sono per lo più al dettaglio, ma dal momento che questa attività non è illegale, mi aspetto che gli investitori istituzionali possederanno la maggior parte delle azioni in futuro, analogamente al tradizionale mercato dei capitali”

[…]

“Il mercato delle criptovalute può crescere di 10 volte nei prossimi 2-3 anni da $ 100 miliardi a $100 trilioni (3,21 trilioni a 321 trilioni di baht). Le dimensioni sono minime rispetto ai mercati azionari globali, che hanno un valore combinato di $ 70 trilioni“.

Non a caso, sembra che Bitkub stia già pianificando di collaborare con agenzie nel settore mobiliare per supportare gli investitori a trasferirsi dal mercato di investimento tradizionale a quello crypto.