Oggi il prezzo di Ethereum è in discesa, a ridosso dei minimi di gennaio, 103 dollari: i 100 dollari sono una soglia tecnica e psicologica molto importante.

Read this article in the English version here.

Nella crypto-sfera si stanno testando livelli di supporto molto delicati e anche bitcoin non è esonerato: in questo momento sta infatti sfiorando i 3.450$. Oltre l’80% del resto delle crypto sono in territorio negativo.

Scorrendo la top 20 solamente Binance Coin segna un netto rialzo e, salendo di oltre il 12%, la capitalizzazione di BNB vola oltre 1 milione e 100mila dollari, cosa che le fa scavalcare in un solo colpo sia Cardano che Bitcoin SV, attestandosi in 10° posizione tra le maggiori crypto capitalizzate.

La peggiore criptovaluta di oggi è PundiX che scende e scivola di 13 punti. Lo stesso fa HoloChain (HOT), che nella settimana scorsa si stava distinguendo tra le prime 50 crypto con il miglior rialzo del mese di gennaio.

La capitalizzazione totale scende a 110 miliardi, mentre le criptovalute quotate su Coinmarketcap scendono sotto la soglia delle 2.100 (solo ieri erano 2.106), taglio dovuto all’uscita di molti token dal mercato.

Purtroppo questa tendenza caratterizzerà il settore per settimane e mesi. Centinaia di token non scambiano durante la giornata e questo non fa altro che farle uscire dalle quotazione degli exchange sparsi per il globo. Questo fa defluire la quantità enorme di token che scendono sotto il muro dei 2.100, che era stato violato solo poche settimane fa.

Grafico bitcoin, fonte: https://it.tradingview.com/symbols/BTCUSD/

Bitcoin (BTC)

Bitcoin torna a sfiorare pericolosamente i minimi del 29 gennaio a 3.450 dollari, una soglia pericolosa perché in caso di violazione al ribasso aumenterebbero le probabilità di rivedere i minimi di metà dicembre e del 2018.

È necessario rivedere nel breve periodo quota 3.550$, un livello di resistenza dinamico dove passa la trendine che congiunge i massimi relativi dell’ultimo mese.

Grafico Ethereum, fonte: https://it.tradingview.com/symbols/ETHUSD/

Ethereum (ETH)

Ethereum rimane in tendenza come tutto il settore: il prezzo è sempre in discesa, anche se non con una evidente e spiccata voglia di rompere con decisione il minimo del 29 gennaio.

Per il prezzo di Ethereum è necessario il recupero dei 110 dollari. Ma in questa ultima settimana, ogni qual volta i prezzi hanno tentato di recuperare la soglia dei 110$, sono stati spinti verso il ribasso.

Più che discesa per il prezzo di Ethereum si tratta di un un movimento in scivolamento, in quanto continua a mancare la domanda.

Con volumi decisamente al ribasso nell’ultima settimana e scambi giornalieri sempre più bassi Ethereum rimane nella media dei volumi di scambio dell’ultimo mese e questa è un’indicazione da seguire con attenzione.

Previous articleBitcoin e San Valentino. È tempo di regali
Next articleBreaking news: Google introduce sei nuove blockchain in BigQuery
Federico Izzi
Analista finanziario e #trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Da maggio 2017 è ufficialmente analista tecnico di BigBit. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di #criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul #Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo