Il recente rialzo mette nuovamente in risalto l’importanza dei volumi di trading nel sostenere il riscatto dei Tori. Specialmente i volumi di Ethereum scendono, arrivando ad una perdita del 30% dai livelli di ieri.

Read this article in the English version here.

Come già avvenuto nel corso degli ultimi due mesi, ogni tentativo di risalita è stato inizialmente accompagnato da esplosione di volumi di trading, successivamente diminuiti facendo risaltare una euforia svogliata.

Al tempo stesso, rigirando il punto di vista, anche le vendite non sembrano avere più la cattiveria che aveva caratterizzato l’ultima parte del 2018. Ci si continua a muovere a vista, in attesa di un valido motivo che possa catalizzare interesse e nuovo denaro.

A differenza di ieri, la netta prevalenza dei segni rossi fotografa correttamente il sentiment generale presente da lunedì. Tra le prime 30 crypto, solamente tre riescono a muoversi sopra la parità e meritevoli di nota: Nem (XEM), che sale del 5%, Tezos (XTZ) e Maker (MKR) in rialzo del 3% dai livelli di ieri pomeriggio.

Tra le peggiori Binance Coin (BNB) che scende oltre il 7%, in rosso per il secondo giorno consecutivo dopo aver brillato con i rialzi della scorsa settimana.

Grafico EOS, fonte: https://it.tradingview.com/symbols/EOSUSD/

Anche questa volta EOS torna ad accusare debolezza dopo aver toccato i 3 dollari, scivolando nuovamente sotto i $2,80 e lasciando nuovamente il posto a Litecoin (LTC) quarta in classifica alle spalle di Ripple (XRP) che, nonostante la news dell’aggiornamento del ledger XRP, non riesce più a risalire sopra i $0,33.

La capitalizzazione torna a ballare sotto i 120 miliardi di dollari, con bitcoin ancorato al 53% di dominance. Nelle ultime 24 ore gli scambi scendono di oltre il 20% dal giorno precedente, attestandosi sotto i 13 miliardi di dollari di volumi di trading, con le prime tre crypto che insieme scambiano oltre il 50% del volume totale.

Grafico bitcoin, fonte: https://it.tradingview.com/symbols/BTCUSD/

Bitcoin (BTC)

La mancata conferma sopra i 3700 dollari vede i prezzi di bitcoin scivolare nuovamente in area 3650. La veloce salita di venerdì sul grafico non ha lasciato tracce di evidenti supporti, motivo che aumenta l’incertezza degli operatori in queste ultime ore.

Sopra $3800 è probabile un ritorno degli acquisti. Al contrario, sotto $3500, l’Orso tornerà ad affilare le unghie.

Grafico Ethereum, fonte: https://it.tradingview.com/symbols/ETHUSD/

Ethereum (ETH)

Il bicchiere mezzo pieno registra una buona tenuta del primo supporto di breve a $120 e prezzi di Ethereum che svogliatamente oscillano sui massimi degli ultimi giorni in area $125. Il bicchiere mezzo vuoto vede una netta discesa dei volumi di trading di Ethereum in acquisto su base giornaliera.

A meno di particolari scossoni, la giornata odierna registra i volumi più bassi dallo scorso novembre, motivo che preoccupa quando si verifica con prezzi a ridosso dei massimi di periodo.  

Previous articleRipple rilascia un aggiornamento dell’XRP Ledger
Next articleLa SEC ottiene ingiunzione preliminare contro Blockvest
Federico Izzi
Analista finanziario e #trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Da maggio 2017 è ufficialmente analista tecnico di BigBit. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di #criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul #Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo