Oggi verrà presentato al pubblico l’ultimo smartphone di Samsung, il Galaxy S10, che dovrebbe anche includere un wallet crypto.

Read this article in the English version here.

Infatti, stando alle indiscrezioni già ampiamente trapelate, sarà dotato di un wallet nativo per criptovalute in grado di supportare Bitcoin (BTC) ed Ethereum (ETH).

Se così fosse, costituirebbe un grande passo in avanti verso l’adozione di massa delle criptovalute, visto che il Samsung Galaxy S10 finirà presumibilmente nella tasche di milioni di persone in tutto il mondo.

Questo smartphone è molto atteso anche perché sono almeno sei mesi che trapelano indiscrezioni sul crypto wallet integrato, tanto da aver già generato molto hype a riguardo.

Inoltre, essendo il nuovo prodotto di punta del gigante coreano, il Samsung Galaxy S10 è in questo momento il prodotto di telefonia più atteso nel mondo.

Lo smartphone dovrebbe utilizzare il processore Exynos 9820 e questa potrebbe essere un’ulteriore conferma della presenza di un wallet crypto integrato.

Infatti, l’Exynos 9820 è un processore dotato di CPU octa-core con Neutral Processing Unit (NPU) e Physical Unclonable Function (PUF).

In particolare, PUF è una tecnologia usata dai produttori di chip per archiviare chiavi crittografiche in modo sicuro, e nel caso del Samsung Galaxy S10 le chiavi crittografiche potrebbero essere quelle del wallet crypto integrato.

PUF viene tipicamente utilizzato per archiviare e salvaguardare chiavi crittografiche in quegli smartphone che necessitano di elevati livelli di sicurezza per utilizzare strumenti crittografici, e lo strumento nativo di questo tipo che più probabilmente potrebbe essere integrato nel Galaxy S10 è proprio un wallet di criptovalute.

La conferma definitiva ci sarà a partire dalle 11:00 Pacific Time (PT), ovvero le 20 CET, quando Samsung Electronics presenterà ufficialmente il nuovo smartphone a San Francisco.