Reuters ha oggi pubblicato un articolo su VISA e Mastercard che aumenteranno le proprie fee ad aprile, almeno per quanto riguarda il mercato americano. E questa potrebbe essere una grande occasione per bitcoin.

Read this article in the English version here.

Ad essere aumentate saranno le cosiddette “Interchange fee”, cioè le commissioni per il processamento delle transazioni fra carta di credito, banche e clienti.

Ad essere colpiti saranno le merchant bank che gestiscono i conti dei grandi colossi dell’e-commerce e che compiono milioni di transazioni con carta di credito al mese, oppure che gestiscono i rapporti delle grandi catene della distribuzione commerciale.

Tecnicamente non vengono colpiti i commercianti, ma è chiaro che in qualche modo l’aumento del servizio si riverserà sempre di più sui commercianti da un lato e sui consumatori dall’altro.

L’aumento dei costi per l’utilizzo del sistema delle carte  di credito renderebbe ovviamente più conveniente il pagamento elettronico con valute virtuali.

Attualmente la fee media di una transazione di BTC è pari a 0,42 US$, mentre quello per un pagamento in LTC si attesta a poco più di 3 centesimi di dollaro, valori entrambi molto bassi considerando la possibile dimensione delle transazioni effettuabili.

Ad oggi ci sono negli USA 48mila punti vendita che accettano bitcoin come pagamento attraverso Coinbase, mentre Square si sta preparando a lanciare un supporto per Lightning Network.

Quest’ultimo sistema di pagamento, molto promettente sia dal punto di vista dei costi sia dal punto di vista dell’efficienza, è ancora embrionale, ma supera già i 2,8 milioni di dollari di capacità ed i 3000 nodi con canali attivi.

Ci sono quindi tutte le premesse tecniche per l’adozione delle valute virtuali come strumenti di pagamento nel mondo reale.

Il problema è l’adozione di massa sia da parte dei consumatori sia dal punto di vista dei commercianti.

L’aumento dei costi di Visa e Mastercard negli USA può essere un fattore importante per spingere in questa direzione.

Come indica Valuepenguin, già ora si può ad arrivare a pagare 8 dollari per una transazione con la carta di credito e queste cifre sempre più spesso vengono caricate sul cliente.

Di fronte ai pochi centesimi pagati per una transazione con LN, BTC e LTC queste cifre appaiono enormi e saranno una forte spinta per i dettaglianti all’accettazione delle crypto.