Un gruppo significativo di azionisti della Argo Mining Plc, società blockchain che si occupa di mining crypto quotata a Londra, ha richiesto la convocazione del Consiglio di Amministrazione per cambiare i vertici aziendali.

Read this article in the English version here.

La società, con sede a Londra ma che ha impianti tecnici collocati in Canada, era nata per fornire il mining conto terzi, sotto la definizione “MAAS”, Mining as a service.

I clienti avrebbero potuto noleggiare da remoto i server aziendali per minare Bitcoin, Bitcoin Cash, Ethereum e altre crypto.

Il business si è però rivelato non profittevole ed ha prosciugato le disponibilità liquide della società.

A febbraio Argo aveva annunciato un cambiamento strategico, con l’abbandono del MAAS ed il ritorno al mining diretto, promettendo che la società avrebbe raggiunto in break even nella seconda metà del 2019.

Purtroppo, gli azionisti paiono non avere tutta questa pazienza ed il 5% degli azionisti ha richiesto, a norma di legge, la convocazione del consiglio di amministrazione attraverso quello che in inglese si chiama “Requisition Notice”. All’ordine del giorno dell’assemblea vi sarà il licenziamento di Jonathan Bixby e Mike Edwards, amministratori della società e la loro sostituzione con altri dirigenti ancora da identificare.

Si tratta di una mossa molto decisa e piuttosto insolita nell’ambiente delle società quotate come la Argo, ma che gli azionisti del gruppo Lynchwood, una holding di proprietà con ben oltre il 5% delle azioni, hanno richiesto.

Ora l’assemblea valuterà se cambiare completamente il business e, soprattutto, i dirigenti, in un momento in cui il mining non è ancora particolarmente conveniente.

Argo aveva iniziato offrendo online pacchetti di mining completi che i clienti potevano acquistare per iniziare a minare in modo estremamente rapido, con pochi passaggi, ma dopo una partenza sprint la società non è riuscita ad affittare i propri server, andando quindi in perdita e trovandosi nella necessità di rivedere le proprie strategie.