banner
Un fulmine incenerisce Verge
Un fulmine incenerisce Verge
Trading

Un fulmine incenerisce Verge

By Federico Izzi - 5 Apr 2018

Chevron down

Grazie a un astuto utilizzo del marketing da parte del team di Verge iniziato con un cinguettio il 22 marzo, la nota criptovaluta nata nel 2014 che vanta velocità e privacy nel suo biglietto da visita, è riuscita ad emergere dalle paludi ribassiste che in queste ultime settimane ha trascinato tutte le principali altcoin.

Dal minimo del 18 marzo il suo valore è quasi triplicato in poco più di due settimane, riuscendo a spingersi in area $0,080, livello abbandonato lo scorso metà febbraio. Una performance del 234% consente di calzare la maglia verde come migliore scalatrice del 2018. Una salita sostenuta dall’annuncio di aver raggiunto la “più importante partnership nel settore delle criptovalute” (così come scritto nel comunicato) con una nota società di pagamenti online, celando il nome sino al prossimo 16 aprile.

Un tam-tam mediatico replicato dai fans anche su altre piattaforme e social ha contribuito a far balzare i volumi ai massimi annuali. L’esplosione degli acquisti ha sostenuto il rally permettendo di sedersi sul podio delle migliori per tre giorni consecutivi.

Però nelle ultime ore è arrivato un fulmine a ciel sereno (leggi qui la notizia https://cryptonomist.ch/blockchain/verge-hard-fork-la-chain-soggetta-al-bug-del-51/ ) facendo precipitare sia i prezzi, sia le certezze sulla solidità della blockchain spesso sbandierata dal team tra le migliori a tutela della privacy. Dichiarazioni che oggi stonano e fanno il paio con quanto accaduto poche settimane fa con la violazione dell’account twitter ufficiale. In poco più di 24h i prezzi sono crollati del 40% ed oggi Verge (XVG) solleva lo scettro della peggiore tra le big.

La giornata si dimostra altamente volatile con oscillazioni che in 2-3 ore registrano variazione sino al 40%. Repentini cambi accompagnati da alti volumi probabilmente dovuti alle tensioni tra gli operatori confusi dalle dichiarazioni poco attendibili del team di XVG che ha promesso un hard fork della catena originaria inizialmente in poche ore, poi rimandata a domani. Sappiamo che in questo settore spesso 15 minuti equivalgono a giorni, se paragonati ai mercati finanziari tradizionali. Un giorno, qui ed in tali condizioni, può sembrare un’eternità e nessuno ha voglia di rimanere con il cerino in mano.      

Bitcoin (BTC)

La giornata trascorre senza particolari scossoni. Prezzi che rimangono all’interno di un canale di congestione tra i 6750 e i 6850 punti. Le veloci escursioni di un centinaio di punti sotto e sopra i livelli indicati sono state riassorbite in pochi minuti. Rimangono validi i livelli indicati nell’apertura mercati di questa mattina.

Ethereum (ETH)

Ritardano le conferme dei prezzi ancorati in area $380. Il veloce allungo al ribasso del primo pomeriggio in area $370 viene subito recuperato da modesti acquisti. Si vedono i massimi di giornata in questo pomeriggio che torna a colorarsi timidamente di verde (+1,4%). E’ necessario il recupero di area $400 per trovare il primo segnale rialzista di breve periodo e successive salite oltre i $420 per iniziare nuovamente a respirare.

 

Federico Izzi
Federico Izzi

Analista finanziario e trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.