La tazzina di caffè va sulla blockchain
La tazzina di caffè va sulla blockchain
Blockchain

La tazzina di caffè va sulla blockchain

By Fabio Lugano - 26 Apr 2018

Chevron down

Al Crypto Summit di Zug di oggi, 26 aprile, i partecipanti sono stati accolti con una tazza di caffè caldo.

Non si trattava solo di un break di benvenuto, come spesso avviene agli eventi, ma della presentazione di un progetto basato sulla blockchain.

Si tratta di Lattesso, produttore di caffé “ready to drink” che ha lanciato un token promozionale specifico: Lattessocoin.

Da ora in poi tutti coloro che acquisteranno un bicchiere del loro caffè troveranno sulla confezione un codice per l’acquisto di Lattessocoin.

La soluzione blockchain è stata creata dalla Qiibee System, società specializzata nel “merchandising decentralizzato”.

Il token potrà facilmente essere salvato nel wallet online e quindi utilizzato per acquistare beni sulla piattaforma,  tra cui proprio il caffè, o scambiato con un controvalore in denaro.

Certamente questo sistema apre una nuova finestra nell’utilizzo della blockchain nella vita comune delle persone.

La promozione inizierà da fine di maggio, nel frattempo la piattaforma

Lattessocoin.ch è già attiva, completa di regolamento applicativo.

Un’operazione simile, anche se in un settore completamente diverso, è stata annunciata da Singapore Airlines che ha messo le miglia dei propri viaggiatori sulla blockchain, permettendo la verifica e il trasferimento immediato.

Fabio Lugano
Fabio Lugano

Laureato con lode all'Università Commerciale Bocconi, Fabio è consulente aziendale e degli azionisti danneggiati delle Banche Venete. E' anche autore di Scenari Economici, e conferenziere ed analista di criptovalute dal 2016.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.