Ethereum, registro storico non corruttibile
Ethereum, registro storico non corruttibile
Blockchain

Ethereum, registro storico non corruttibile

By Fabio Lugano - 2 Mag 2018

Chevron down

La Dichiarazione di Indipendenza degli Stati Uniti, firmata il 4 luglio 1776, è uno dei documenti più conosciuti della storia ed è conservato presso il Congresso.

Eppure, nonostante si tratti di un documento fondamentale non si sa bene dove siano tutte le bozze e anzi, a sorpresa, nel 2017 ne è stata scoperta una copia sconosciuta nel Sussex.

La storia si basa in gran parte sui documenti che però possono essere perduti o manipolati. La blockchain consente invece di salvare in modo “eterno e inviolabile” ogni testimonianza rilevante.

Oggi possiamo presentare due esempi di cosa può fare la blockchain per la verità storica.

Il 27 aprile si è tenuto il summit inter-coreano a Panmunjeom, al confine fra Nord e Sud Corea, paesi formalmente ancora in guerra a distanza di 70 anni dal conflitto combattuto negli anni ’50 con decine di migliaia di morti.

Per la prima volta il presidente Sud Coreano Moon Jae-in e il leader della Corea del Nord, Kim Jong-un si sono stretti la mano.

Per la prima volta un leader del Nord si è spinto nel territorio del Sud, ponendo le basi per un trattato di pace, da concludere entro l’anno, per la denuclearizzazione della penisola e, in una prospettiva di lungo termine, per la sua unificazione.

Questi progressi politici sono stati condensati in un documento bilaterale firmato dai due leader.

Questo documento ora durerà per sempre, almeno finché esisterà la blockchain di Ethereum.

Ryu Gi-hyeok, uno sviluppatore coreano, ha infatti codificato la dichiarazione   nel 551.596imo blocco di ETH.

Infatti caricando il valore transazionale 0xe4ee15d3f63db8464a649e3237ed83e930f9b3e40e842537a626745d1c96553c su Etherscan avrete accesso alla versione in coreano del documento , mentre con il valore 0xf56d81301da93f71368ad7f8d605648d77be6edb13e8875cf3e5906f38d1b548 potrete accedere alla versione in inglese.

L’iniziativa si è ispirata da quanto successo pochi giorni prima in Cina con le iniziative a tutela delle donne  legate al movimento #MeToo.

In questo paese l’attivista Li Youyou ha accusato pubblicamente un professore di letteratura, Shen Yang, di aver importunato una sua amica, Gao Yan, sino a spingerla al suicidio nel 1998.

Organizzazioni non statali affermano che il 70%  delle studentesse sia stata importunata in vario modo dai propri docenti.

La storia è emersa solo oggi ma le autorità hanno cercato in tutti i modi di impedirne la diffusione, cancellando i post sui social, sino a giungere alla cancellazione della testimonianza di Li Youyou.

A questo punto, dopo aver tentato varie vie per aggirare la censura statale, gli attivisti cinesi di #MeToo hanno trovato una soluzione innovativa, caricando la testimonianza sulla blockchain di Ethereum, sia in cinese sia in inglese, mettendo in rete il valore necessario per poterla recuperare.

Un modo astuto per diffondere il documento e, nello stesso tempo, preservarlo nel tempo. Così la Blockchain supera la censura e permette di conservare la verità alla storia.

Fabio Lugano
Fabio Lugano

Laureato con lode all'Università Commerciale Bocconi, Fabio è consulente aziendale e degli azionisti danneggiati delle Banche Venete. E' anche autore di Scenari Economici, e conferenziere ed analista di criptovalute dal 2016.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.