Sasha Ivanov: “I security token sono inevitabili”
Criptovalute

Sasha Ivanov: “I security token sono inevitabili”

By Fabio Lugano - 9 Mag 2018

Chevron down

Sasha Ivanov, il CEO di “Different cryptocurrency platform Waves”, l’importante piattaforma di supporto per la creazione e la circolazione dei token, ha pubblicato un post circa la suddivisione fra le diverse tipologie di criptovalute.

Come sappiamo, sia la FINMA, sia gran parte delle altre autorità finanziarie di controllo, suddividono le criptovalute in tre diverse categorie: mezzi di pagamento, token di servizio (Utility), token rappresentativi di beni o diritti reali (Security token).

Il terzo tipo di valute digitali è quello più controverso e maggiormente sottoposto ai controlli perché la sua natura sconfina nelle aree controllate da queste autorità.

Proprio in questi giorni la SEC sta per prendere una decisione relativa alla natura di Ethereum su questo tema.

Sasha Ivanov interviene spiegando come sia impossibile convertire in Utility Token ogni ICO che viene creata e come gli imprenditori del settore cerchino in ogni modo di aggirare le norme creando servizi spesso fantasma.

Il CEO di Waves prosegue facendo notare che in realtà molte valute virtuali, spacciate per essere di servizio, sono in realtà delle security.

Ad esempio, perché prevedono  un obbligo di riacquisto per l’emittente dando una sicurezza di rendimento certo.

A questo punto, dice, sarebbe molto più corretto accettare il controllo della SEC e, al limite, richiedere una modifica delle norme relative alle Initial Coin Offering (ICO) in modo da renderle più semplici.

Appare evidente che la blockchain sarà una parte importante del mondo finanziario e soprattutto azionario del futuro, per cui, piuttosto che opporsi, meglio trovare un modus vivendi.

Ivanov prosegue affermando che la piattaforma di Waves è pronta a far fronte alle necessità dei futuri Security Token, grazie al proprio DEX, che si avvia a diventare il primo exchange decentralizzato specializzato nell’emissione di security.

L’idea di Ivanov è la seguente: per semplificare le emissioni andrebbe creata una white list pre-autorizzata di investitori, in modo che le pratiche KYC e AML siano estremamente semplificate perchè già svolte a monte.

Attualmente Waves capitalizza oltre 660 milioni di dollari, risultando quarantesima per Coinmarketcap.

Fabio Lugano
Fabio Lugano

Laureato con lode all'Università Commerciale Bocconi, Fabio è consulente aziendale e degli azionisti danneggiati delle Banche Venete. E' anche autore di Scenari Economici, e conferenziere ed analista di criptovalute dal 2016.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.