Ripple finanzia le Università
Ripple finanzia le Università
Blockchain

Ripple finanzia le Università

By Simona Naldi - 4 Giu 2018

Chevron down

Read the article in English language here.

Ripple, la criptovaluta centralizzata dedicata essenzialmente al mondo bancario e ai pagamenti diretti, lancia una nuova iniziativa chiamata University Blockchain Research Initiative (UBRI) dedicata in modo specifico al mondo universitario.

Si tratta di un programma che interesserà ben 17 università sparse in tutto il mondo e che, con un fondo di 50 milioni di dollari, finanzierà attività didattiche e di ricerca legate alla blockchain.

In modo più specifico:

  • Collaborare alla ricerca e sulla diffusione del concetto di blockchain;
  • Creare nuovi curriculum, e percorsi di studio centrati sulla blockchain, le criptovalute ed in generale il fintech;
  • Attivare un dialogo proficuo fra docenti , studenti ed aziende nel settore in grado di fornire da un lato gli stimoli intellettuali, dall’altro di implementare immediatamente possibili applicazioni.

Il partner tecnologico principale di queste iniziative è naturalmente Ripple, che spera di arricchirsi tecnologicamente dai nuovi contatti creati.

Le università che collaborano sono molto prestigiose. A

d esempio, l’Università di Princeton partecipa con il proprio Center for Information Technology Policy (CITP) per un programma sullo studio dell’influenza della blockchain in USA e nel mondo.

L’Università della Pennsylvania, invece, predisporrà un master biennale in collaborazione con la prestigiosa Wharton che studierà le implicazioni economiche dell’utilizzo delle criptovalute.

In Europa collabora con l’Università di Lussemburgo e con quella olandese di Delft, ma sono previste collaborazioni anche in Brasile ed Australia.

Simona Naldi
Simona Naldi

Laureata in materie scientifiche, blogger, editor per libri in lingua inglese, public relation per autori di libri.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.