Bitmain valuta lo sbarco in Borsa
Bitmain valuta lo sbarco in Borsa
Mining

Bitmain valuta lo sbarco in Borsa

By Rossana Prezioso - 9 Giu 2018

Chevron down

Novità in arrivo per Bitmain, l’attore più importante nella scena dei miner per l’estrazione di bitcoin: presto potrebbe essere quotato in borsa anche se, dai vertici, non sono arrivati indizi su una possibile data.

I particolari

Lo riferisce Bloomberg che ricorda anche che Jihan Wu, CEO della mining farm, gestisce il 28% di Bitmain Technologies Ltd, compagnia cinese al centro di molte critiche per l’opacità dei suoi conti.

Una segretezza che potrebbe essere giunta al termine vista la volontà di Wu di espandere il raggio d’azione dell’azienda oltre la crypto-sfera.

Una IPO, infatti, non solo permetterebbe di alzare il velo sull’azienda e sul suo fatturato, ma anche al mercato di riuscire a dare un valore effettivo a Bitmain.

L’evento rappresenta una svolta particolarmente importante per quel lato del mondo delle criptovalute che sta tentando di uscire lentamente dall’ombra: minatori, sviluppatori e venture capitalist stanno cercando di ottenere agli occhi dell’opinione pubblica una maggiore trasparenza nel tentativo di rassicurare sia gli organi di vigilanza ma anche gli investitori, convincendo questi ultimi che il boom delle quotazioni della fine dello scorso anno non è stato solo un fuoco di paglia.

I numeri del settore

Il produttore mondiale di chip per l’estrazione di criptovalute, in una intervista, accenna Hong-Kong e altre piazze di scambio come possibile obiettivo per il lancio della IPO.

L’annuncio segue quello di qualche settimana fa che riguardava un competitor diretto di Bitmain, Canaan, anch’essa interessata a voler voler lanciare un’IPO ad Hong Kong che promette di raccogliere circa $1 miliardo.

I due attori si contendono la maggioranza del mercato di riferimento con Bitmain che copre circa l’80% dei dispositivi per l’estrazione ASIC che, una volta sviluppati per uno specifico algoritmo di mining, sostituiscono rapidamente quelli basati su chip GPU generici.

Al secondo posto c’è Canaan con una fetta del 15%. Non solo: secondo blockchain.info, BTC.com e AntPool, Bitmain controlla oltre il 40% della potenza di estrazione di bitcoin nel mondo.

Un vantaggio che un possibile sbarco in borsa potrebbe aumentare e rafforzare grazie all’arrivo di nuovi investitori e quindi a quello di nuovi capitali da reinvestire in settori di grande richiamo come l’intelligenza artificiale.

Stime di Bloomberg valutano la capitalizzazione di mercato di Bitmain pari a $8,8 miliardi il che conferisce ai fondatori un patrimonio di poco oltre $5,3 miliardi di dollari.

Rossana Prezioso
Rossana Prezioso

Appassionatasi alle nuove frontiere dell’editoria online, ha deciso di approfondire ulteriormente le sue conoscenze dedicandosi allo studio dei cambiamenti culturali ed economici derivati dalla nascita della finanza hitech, sviluppando le tematiche riguardanti i nuovi modelli di business ad essa legati e le influenze geopolitiche della new economy criptovalute

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.