banner
Il plugin sperimentale BitShares per Chrome
Il plugin sperimentale BitShares per Chrome
Blockchain

Il plugin sperimentale BitShares per Chrome

By Adrian Zmudzinski - 14 Ago 2018

Chevron down

Read this article in the English version here.

Bitshares ha rilasciato il codice di un plugin per Google Chrome sotto licenza MIT su GitHub.

Tuttavia, la pagina GitHub afferma che “questo codice base è un progetto pilota, non è stato controllato e non è mantenuto”, quindi ad ora non è consigliabile usarlo.

o scopo del plugin è quello di essere un’applicazione per il trasferimento di asset all’interno del browser.

Lo sviluppo è stato abbastanza economico, è costato l’azienda solo 2100 €, ma ora tocca alla community testarlo, svilupparlo e mantenerlo.

Cos’è BitShares?

BitShares è una blockchain ed un exchange decentralizzato (DEX) e l’asset sottostante è il token BTS. Gli utenti BitShares possono scambiare molti asset diversi sul DEX mantenendo il controllo delle chiavi private, il che garantisce un certo vantaggio di sicurezza rispetto ai sistemi centralizzati.

Alla base di BTS c’è Graphene. Questo protocollo è in grado di gestire fino a 100.000 transazioni al secondo. A titolo di confronto, nel 2016 Visa ha comunicato a mybroadband che la sua rete poteva gestire fino a 1667 operazioni al secondo.

L’algoritmo di consenso di base è DPOS, sviluppato da Dan Larimer, il creatore di EOS e Steemit che fanno uso dello stesso algoritmo.

Cosa può essere scambiato sul DEX di BitShares?

Ciò che sorprende della piattaforma è che non solo le cryptovalute possono essere scambiate. Sembra che anche le valute nazionali, petrolio, gas, oro, argento e persino titoli, azioni e indici possono essere scambiati sul DEX di BitShares.

La proprietà unica del exchange sono gli asset emessi dall’utente. Questa funzione consente a chiunque di creare una risorsa e di impostarne le proprietà e le restrizioni (ad esempio una whitelist).

Adrian Zmudzinski
Adrian Zmudzinski

Adrian è un appassionato di tecnologia e IT, specializzato nell'analisi di token, tecnologia blockchain e crypto. Il suo interesse verso Bitcoin risale al 2009, espandendosi al mondo delle crypto più in generale. Le sue analisi si concentrano per lo più sulle potenzialità tecnologiche alla base dei token.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.