CBOE, “L’intero mercato crypto è un quinto di Apple”
CBOE, “L’intero mercato crypto è un quinto di Apple”
Criptovalute

CBOE, “L’intero mercato crypto è un quinto di Apple”

By Amelia Tomasicchio - 14 Ago 2018

Chevron down

Read this article in the English version here.

Secondo un’intervista di pochi minuti fa condotta da Bloomberg, la CBOE Global Markets Inc. non è intimidita dalla decisione della SEC e vuole comunque includere i bitcoin nei propri fondi.

La decisione della SEC relativa all’approvazione del ETF tarda ad arrivare, ma Chris Concannon, Presidente e COO dell’exchange, ha spiegato: “Risolvendo i loro problemi gli rendiamo meno preoccupati, ad un certo punto si sentiranno a loro agio con un ETF“.

La SEC ha rinviato la sua decisione sull’ETF su bitcoin la scorsa settimana. In precedenza, l’agenzia statunitense ha respinto 2 volte la proposta di un ETF dei gemelli Tyler e Cameron Winklevoss di Gemini, l’exchange di riferimento per i prezzi del future di CBOE.

Il motivo di questo rifiuto può essere il fatto che l’autorità di regolamentazione USA è preoccupata per la manipolazione dei mercati crypto.

Se i future sottostanti arrivano sul mercato prima di un ETF, avremo un mercato più sano e maturo. Il problema di un ETF basato su future è determinare qual è il giusto livello di liquidità. Non è mai stato testato prima. C’è un enorme vantaggio per chi si muove per primo nel mondo ETF”, ha detto Concannon. “Una volta che gli asset cominciano ad entrare, tendono a continuare. Lo abbiamo visto con altri ETF“.

In realtà, questo ETF su bitcoin potrebbe essere in grado di aumentare il trading dei future, ma la SEC è ancora perplessa circa la decisione da prendere, forse anche a causa della liquidità di questi mercati.

Ho imparato che ci sono più articoli che volumi. È un po’ scioccante l’attenzione intorno a questo mercato rispetto alla sua dimensione. È un quinto di Apple. L’intero mercato delle crypto è un quinto di quello dell’Apple“, ha continuato Concannon.

Amelia Tomasicchio
Amelia Tomasicchio

Esperta di digital marketing, Amelia inizia a lavorare nel settore fintech nel 2014 dopo aver scritto la sua tesi di laurea sulla tecnologia Bitcoin. Precedentemente è stata un'autrice di Cointelegraph e CMO di Eidoo. Oggi è co-founder e direttrice di Cryptonomist.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.