Liechtenstein, dalla Union Bank via libera a un security token
Liechtenstein, dalla Union Bank via libera a un security token
Blockchain

Liechtenstein, dalla Union Bank via libera a un security token

By Marco Cavicchioli - 21 Ago 2018

Chevron down

Read this article in the English version here.

La Union Bank AG del Liechtenstein sarà la prima banca completamente regolamentata al mondo ad emettere i propri security token.

Lo ha reso noto qualche giorno la stessa banca, confermando che emetterà sia un security token che una moneta digitale per i pagamenti.

Grazie alla blockchain, infatti, chiunque può emettere i propri token, compresi gli Stati (come ha fatto il Venezuela con Petro) e le banche tradizionali.

In questo caso si tratterà della prima banca tradizionale al mondo, regolarmente autorizzata ad operare come banca dalle autorità pubbliche, ad emettere una propria criptovaluta, tra l’altro un security token, una tipologia che al momento non è accettata su nessun exchange del mondo.

La moneta di pagamento della Union Bank, invece, sarà una stable coin interamente supportata dal franco.

La Union Bank opera nel settore del commercio internazionale di beni e servizi con il supporto di società crittografiche e blockchain, pertanto si trova in una posizione di privilegio per lo sviluppo e l’implementazione di soluzioni all’avanguardia come questa.

L’obiettivo è quello di posizionarsi come una banca d’investimento in soluzioni blockchain.

In futuro, la banca si propone di diventare un fornitore di soluzioni di crittografia e blockchain completo che comprende e integra il nuovo mondo della tecnologia distribuita e delle risorse crittografiche nel settore bancario tradizionale.

A tal proposito, la Union Bank collaborerà con la Verum Capital AG, una società svizzera già operante ed esperta nel settore blockchain.

La banca attualmente fornisce principalmente servizi bancari aziendali a società attive in Germania, Svizzera, Austria e Medio Oriente, operando nell’ambiente blockchain-friendly del Liechtenstein: supporta già le ICO e collabora con crypto-broker per facilitare conversioni efficienti e trasparenti tra criptovalute e fiat.

Il Presidente del Consiglio di amministrazione MH Dastmaltchi ha dichiarato:

“Il nostro obiettivo è diventare la prima banca di investimento blockchain al mondo e fornire soluzioni concrete che aiutino a migliorare l’efficienza, ridurre i costi e aprire nuove opportunità di guadagno per i nostri clienti e intermediari. In quanto banca autorizzata e regolamentata, siamo in una posizione privilegiata per combinare tutti i vantaggi della banca tradizionale con le possibilità inerenti alla tecnologia blockchain. Come tale, la nostra moneta di pagamento bancaria supportata da valuta fiat ha il potenziale per stravolgere l’approccio al commercio internazionale e alle transazioni internazionali transfrontaliere. Con la nostra iniziativa stiamo investendo nel futuro e diventando la principale banca d’investimento blockchain del mondo”.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.