banner
Che cos’è EOS URI proposta da Larimer
Che cos’è EOS URI proposta da Larimer
Altcoin

Che cos’è EOS URI proposta da Larimer

By Aneta Karbowiak - 13 Set 2018

Chevron down

Read this article in the English version here.

Da quando Daniel Larimer ha proposto per la prima volta l’idea di un reddito di base universale (UBI) c’è stata molta discussione intorno all’argomento ma, mentre UBI propone di fornire alle persone un reddito di base, Larimer ha detto che ciò che propone “non è di base” e “non è reddito”.

Ciò di cui parla Dan Larimer è qualcosa di molto diverso e riguarda le risorse piuttosto che un livello base di sostentamento ed è forse per questo motivo che recentemente ha suggerito di rinominarlo Universal Resource Inheritance (URI) per aiutare a chiarire la confusione.

Ma perché abbiamo bisogno di parlare di queste risorse e perché sono così importanti?

La risposta è semplice. Nessuno dovrebbe avere il diritto di rivendicare unilateralmente le risorse della Terra quali oceani, foreste, minerali e tutte le altre ricchezze che la Terra fornisce e che attualmente sono ingiustamente stanziate.

Un numero sempre minore di individui facoltosi e molti governi potenti approfittano di questa abbondanza, lasciando poco per il resto della popolazione ma, come dice Dan Larimer, “nessuno ha il diritto di legare le generazioni future all’assegnazione della ricchezza delle conquiste passate”.

Larimer afferma che “i diritti di proprietà sono una questione di negoziazione tra parti uguali” e “se le generazioni passate e future potrebbero negoziare in buona fede, allora le proprietà verrebbero prestate a ogni generazione”.

È importante notare che Larimer è un libertario che aderisce ai principi di base di questa filosofia, come la non violenza, la libertà e il diritto di proprietà. I libertari tendono a sfidare il culto dello stato onnipotente e difendono i diritti e la sovranità dell’individuo; credono che la forza usata dai governi per stabilire l’ordine sia inaccettabile e che violi la libertà attraverso il suo potere autoritario. E, mentre i governi usano la forza per controllare le vite delle persone e tassare i frutti del loro lavoro, i principi libertari affermano che solo gli individui hanno il diritto di esercitare un dominio esclusivo sulle proprie vite e proprietà.

Il volontariato e la competizione del libero mercato, secondo il loro punto di vista, sono la base di tutte le interazioni e l’unica forza trainante di un sistema giusto.

Nell’attuale sistema in cui i governi hanno totale potere sulle persone, la Terra non è di proprietà ma, piuttosto, affittata dal governo perché, come dice Dan Larimer, “se paghi le tasse su una proprietà non la possiedi”.

Le persone sono costrette a pagare le tasse anche sul reddito e sulle proprietà che rientrano nell’ambito dell’applicazione delle tasse sulle ricchezze.

Se si fa un passo indietro, il paradosso diventa evidente: le persone pagano le tasse su risorse che sono state prese in modo ingiusto da coloro che assumono l’autorità di governare, persino la proprietà delle risorse dichiarate.

Cos’è l’EOS URI

Larimer ha recentemente proposto la creazione di un EOS URI finanziato da un’inflazione del 5% di tutte le forme di denaro, azioni e proprietà immobiliari da distribuire equamente tra i partecipanti identificati in modo univoco, mentre gli account con più di 300k sarebbero soggetti ad una tassa del 5%.

Questo fondo proposto potrebbe, secondo Larimer, “smantellare grandi istituzioni che non possono sostenere una crescita del 5%” e, anche se non è ancora chiaro come questo possa essere modellato sulla rete EOS, “assicura che EOS avrà la più ampia distribuzione possibile” .

Daniel Larimer sostiene che URI potrebbe bilanciare il controllo politico aggiungendo: “è necessaria una stretta aderenza ai primi principi”, “se le persone si concentrano su risultati specifici piuttosto che sul processo, questo sarà corrotto”.

Ma Larimer è anche realista e spiega che URI, per avere successo, “l’unica soluzione è l’educazione e il risveglio spirituale” perché le persone hanno bisogno di capire che il sistema in cui vivono è basato sul falso potere e su una corruzione diffusa.

Il co-founder di EOS ritiene che, mentre il mercato del lavoro è sottoposto ad un’automazione continua, il che potrebbe comportare la perdita di molti posti di lavoro, non fare nulla poterà ad una guerra o ad una comunità segregata.

Daniel Larimer, d’altra parte, postula un trattato di pace tra la classe dirigente e i poveri e crede che l’URI potrebbe renderlo possibile.

Tuttavia, cambiamenti radicali come questo non sono semplici da attuare su scala globale. Forse è questo il motivo per cui Larimer sta esaminando i modi in cui può applicarlo all’interno di una comunità più piccola come EOS e, eventualmente, ridistribuire l’inflazione del 4% ai singoli individui titolari di token EOS.

Naturalmente ad oggi si tratta di mera speculazione, ma Larimer continua periodicamente a fornire suggerimenti in merito a questo progetto all’interno del gruppo Telegram di EOS.

Inoltre, continua a sottolineare che l’EOS URI non è un reddito di base, e “non si tratta di bisogni o meriti”, “di benefici”, “di nutrire i poveri”, ma piuttosto di creare “pari opportunità” e “negoziati equi”. Questi, insieme alla più ampia adozione di EOS, sembrano essere ciò che Dan Larimer e molti altri ritengono sia il modo più semplice per ottenere questo obiettivo.

Molte persone sono preoccupate dell’abuso da parte di persone che potrebbero creare molti account per compromettere il sistema, ma Larimer dice di aver risolto il problema grazie ad un sistema di identificazione.

Nelle sue parole: “Non progetterei un sistema che potrei pensare soggetto ad abuso di massa. La vendita della tua ID non sarà possibile “.

Il problema dei conti multipli è il più ovvio ostacolo all’URI, anche se con il sistema d’identità di Dan ancora da rivelare, che si presume includa alcune delle migliori misure di sicurezza disponibili, forse questo non sarà più un problema?

Larimer ha dichiarato che sarà nell’interesse di tutti identificare le frodi e portare gli ID falsi e bandire il vero ID dietro di loro. L’obiettivo di un sistema efficiente è quello di rendere i casi di truffa rari e difficili da eseguire. “Se troviamo un truffatore che riesce a produrre un falso ID, possiamo rimuoverlo“.

Una possibile soluzione potrebbe essere l’uso dell’URI come assicurazione nel caso in cui sorgano alcuni problemi e possibilmente un insieme di arbitri sulla base delle applicazioni per la risoluzione delle dispute che operano in un sistema di libero mercato. Molto deve ancora essere rivelato.

Alcune persone pensano che l’EOS URI sarebbe usato da molti come EOS libero da spendere. Altri credono che l’adozione e la crescita della rete siano ciò che conta di più.

Ciò che è certo è che, man mano che l’ecosistema EOS si allarga e nascono nuove soluzioni fiat-less dovremmo vedere più persone che utilizzano le crypto.

Questo è uno dei passaggi di quello che Dan Larimer vede come un sistema di auto-bilanciamento perché nelle sue parole “se le masse consumano la ricchezza più velocemente di quanto viene prodotta, allora il valore UBI (URI) cade. Alla fine UBI (URI) scende al di sotto dello standard desiderato della maggior parte delle persone e iniziano a produrre”.

L‘URI può essere utilizzato dagli utenti in qualsiasi modo e nessuno potrà essere in grado di dire loro cosa fare perché è la loro “quota di ereditarietà dei diritti delle attuali generazioni alle risorse dell’universo”.

Le risorse dell’Universo sono la nostra eredità, e Larimer spiega: “Porta tutti su EOS UBI, quindi vota affinché diventi una nuova valuta nazionale”.

Aneta Karbowiak
Aneta Karbowiak

Laureata in Biologia all'Università degli Studi di Genova, si è presto interessata allo sviluppo delle applicazioni mobili e dei chat bot. È entrata nel mondo dell'editoria come manager di un sito di sport inglese dove ha gestito un team di dieci persone. Appassionata della tecnologia blockchain e delle criptovalute, ha cominciato a scrivere per Qubithacker.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.