Hedge Fund, cos’è e qual è la sua relazione con le criptovalute
Hedge Fund, cos’è e qual è la sua relazione con le criptovalute
Wiki

Hedge Fund, cos’è e qual è la sua relazione con le criptovalute

By Fabio Lugano - 22 Set 2018

Chevron down

Hedge fund, cos’è? Si tratta di fondi che raccolgono molti investitori con un range di investimenti estremamente ampio e caratterizzato da un struttura normativa molto elastica, ma con una gestione piuttosto rischiosa per il capitale.

Read this article in the English version here.

Il nome deriva dal suo obiettivo: quello di realizzare un ritorno indipendentemente dall’andamento del mercato, per cui il gestore è estremamente dinamico e non si crea nessuna remora nel giocare a leva o nel vendere attivi allo scoperto.

In generale, dovendo indicare delle caratteristiche generali di un hedge fund, si può dire che:

  • Sono aperti solo a investitori qualificati che presentano cioè una ricchezza minima piuttosto elevata, spesso patrimoni sopra il milione di dollari e redditi annui sopra i 200mila dollari;
  • Hanno un ampio orizzonte di investimento, per cui abbiamo hedge fund immobiliari, altri che operano sull’azionario quotato, altri sulle start up, su FX, o sulle criptovalute;
  • Può fare investimenti a leva;
  • La struttura delle commissioni è diversa da quella dei fondi di investimento ordinari e prevede fee di performance spesso elevate. Si parla spesso di schema base “2 e 20” dove il 2% è la fee sul capitale investito, mentre 20% è quella di performance, sull’utile, ma se può essere anche più elevata.

Dal punto di vista legale, negli USA, paradiso di questo tipo di strumenti, le norme di controllo sono molto meno strette rispetto ai fondi mutualistici e ai fondi pensione, anche se permane una supervisione generale in quanto i clienti sono investitori qualificati, con conoscenze di base elevate e patrimoni che li mettono in guardia da posizioni drammatiche.

Comunque esiste un controllo della SEC che ha delle ben precise priorità legate alle necessità di registrazione, alla sollecitazione al pubblico, ora permessa, ai report sulle prestazioni, ecc…

Esistono casi, anche molto recenti, di ordini “Cease and desist”, in cui si è ordinato di cessare l’attività di alcuni fondi e di restituire i soldi agli investitori.

Hedge Fund e Crypto

Ad ogni modo, gli hedge fund sembrano essere lo strumento ideale per permettere ad investitori qualificati o professionisti di entrare nel settore delle valute virtuali: infatti, l’utilizzo della leva, la possibilità di vendere allo scoperto, la possibilità di avere una grande libertà nella selezione dei progetti di investimento, la possibilità di avere gestori tecnicamente molto preparati lo rendono uno strumento flessibile, ma anche focalizzabile su singoli aspetti del settore.

Ormai esistono fondi che gestiscono centinaia di milioni di dollari, alcuni concentrati sul trading, altri sull’arbitraggio, altri sulla selezione strategica dei progetti, altri sulle ICO.

  • Panthera Capital, con 700 milioni gestiti, è concentrato soprattutto sulle startup e sul venture capital, con due fondi separati di carattere venture e cinque fondi sulle criptovalute;
  • Polychain Capital investe in modo attivo sulle iniziative blockchain;
  • CoinCapital, con sede a New York, investe soprattutto in ICO e startup;
  • Bitcoin Reserve lavora soprattutto come strumento di arbitraggio per le criptovlute su diversi exchange, anche con operazioni OTC, operando sia in modalità automatica sia con operatori umani, su exchange come Huobi, Okcoin e Bitstamp;
  • Binary Financial si concentra su investimenti legati ai servizi sulle criptovalute e sul mining. Fra le sue attività c’è BitGo;
  • Bitspread è un fondo essenzialmente legato al quantitative trading, cioè al trading basato sull’analisi quantitativa, con strategie che cercano di generare un profitto indipendentemente dal mercato stesso.

I fondi hedge sono diventati uno strumento quasi essenziale per l’entrata di investitori consapevoli nel mondo delle criptovalute e  le previsioni sono per un ampliamento di questi strumenti, sia nel trading che come venture capitalist.

La loro capacità è quella di unire un’elasticità operativa ad un minimo di controllo che li rende un più sicuri rispetto ad investimenti diretti nelle ICO.

La SEC vigila anche gli hedge fund, come abbiamo visto, ed in passato non ha avuto remore a chiuderne alcuni basati sulle valute virtuali non trasparenti, come è successo recentemente alla Crypto Asset Management LP.

Fabio Lugano
Fabio Lugano

Laureato con lode all'Università Commerciale Bocconi, Fabio è consulente aziendale e degli azionisti danneggiati delle Banche Venete. E' anche autore di Scenari Economici, e conferenziere ed analista di criptovalute dal 2016.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.