È italiana la società che ha ottenuto il primo brevetto in Europa di conservazione digitale di dati a norma di legge pensato per le blockchain.

Read this article in the English version here.

Il sistema nasce da un’intuizione di Savino Solutions, software house, specializzata nella conservazione e digitalizzazione a norma. Il brevetto è costato oltre 2 milioni di euro di investimenti:

“Il nostro sistema è pensato per quelle blockchain che avranno valore legale, secondo il Decreto Semplificazione 2019. Cosa facciamo? Conserviamo nel tempo, a norma di legge, i blocchi di blockchain con dati di varia natura (per esempio quelli dei flussi finanziari). Lo facciamo con una nostra tecnologia proprietaria: una tecnologia in cloud che usa algoritmi per gestire i dati e soprattutto per renderli opponibili a terzi”, spiega Nicola Savino.

A cosa serve il brevetto

Il sistema, accreditato Agid, promette di conservare, secondo le disposizioni attualmente in vigore ed i decreti  legge, i blocchi gestiti da blockchain.

“Oggi non esiste una certezza reale giuridica e anche tecnologica per garantire nel tempo il valore giuridico dei dati conservati sulla blockchain. Il nostro sistema servirà a riempire questo vuoto e sarà utile sia per le startup che per le aziende che usano blockchain per diversi motivi”, continua Savino che fa il punto sui vantaggi del suo sistema che elenchiamo:

“Servirà a rendere opponibile a terzi i dati contenuti sulla blockchain e consentirà a chi lo usa di rispettare gli standard europei sulla conservazione dei dati definiti da ETSI, l’Istituto europeo per gli standard delle telecomunicazioni”.

L’uso del sistema va oltre la blokchain e consente, più in generale, di certificare e rendere opponibile a norma di legge, non soltanto i documenti informatici quali, per esempio i PDF, ma anche le singole informazioni che vengono ogni giorno gestiti in un qualsiasi sistema informativo aziendale.

Savino ci svela che il brevetto è nato da cinque anni di lavoro del suo team e l’utilizzo di una ventina di sviluppatori.

Funziona su abbonamento annuale

Il sistema, numero di brevetto A9048, è già disponibile in commercio. Il costo del suo utilizzo dipende dalla mole e dalla natura dei dati da conservare, ed è disponibile su fee annuale.

 

Previous articleTron accepted here, ecco dove
Next articleUn film sulla vita di McAfee
Giancarlo Donadio
Giancarlo inizia a scrivere di business con Millionaire. Con la rivista di Milano collabora alla realizzazione di "Startup. Sogna, credici, realizza. Dall'idea al successo” per Hoepli. Dal 2016 collabora con Startupitalia! dove si specializza su fintech, blockchain, criptovalute, all'interno della rubrica SmartMoney. Oggi è cofondatore di Pandant, web agency focalizzata su content marketing e personal branding