Scommesse Augur, oltre 2 milioni di dollari per le elezioni USA
Criptovalute

Scommesse Augur, oltre 2 milioni di dollari per le elezioni USA

By Adrian Zmudzinski - 6 Nov 2018

Chevron down

Augur ha visto un lancio promettente a luglio, ma poi è stato in buona parte abbandonato anche se l’avvicinarsi delle elezioni USA ha portato nuova vita alle scommesse che si stanno susseguendo sulla piattaforma.

Read this article in the English version here.

Il mercato per le scommesse Augur alla domanda “Quale partito controllerà la Casa Bianca dopo le elezioni mid-term statunitensi del 2018?” ha accumulato oltre 3.500 ETH e $926,815.56.

La seconda domanda più popolare sul mercato è invece: “Il prezzo di Ethereum eccederà i $500 alla fine del 2018?” e questa ammonta a ben $888,804.26, lasciando chiaramente intendere il maggior interesse nei confronti delle elezioni statunitensi.

Augur indica un 70% di probabilità che saranno i democratici a vincere le elezioni, 33% che vinceranno i repubblicani ed un 4% di pareggio.

Questo mercato ha buona parte della responsabilità del raggiungimento del nuovo record di quasi 2,1 milioni di dollari scommessi su Augur.

Bisogna però specificare che il quantitativo in Ethereum ha continuato ad aumentare, mentre il valore in dollari è diminuito. La cosa è chiaramente mostrata dal grafico postato su Twitter:

Non hanno però continuato ad aumentare gli utenti giornalieri della dApp: mentre si  è registrato un picco di 256 nelle prime ventiquattro ore dopo il lancio ed una media che varia dai 19 ai 56 nel mese di ottobre, come riportato da Coindesk.

Una piattaforma avvolta nella controversia

I mercati della predizione come Augur (o anche Gnosis) potrebbero presto trovarsi nei guai.

Infatti, come riportato qualche giorno fa, Brian Quintenz, membro della commissione della CFTC, ritiene che i programmatori dovrebbero essere perseguiti per i loro smart contract se questi permettono azioni illegali a cittadini statunitensi.  Il problema è che:

“Augur e Gnosis, alcune delle più note ICO, sono delle piattaforme di predizione dei mercati e, come si legge nei post, “in passato, la CFTC ha generalmente proibito piattaforme di predizione dei mercati in quanto contrari all’interesse pubblico, permettendo queste piattaforme solo in circostanze limitate, ad esempio quando operano in modo no profit, su piccola scala ed a scopi accademici”.

Adrian Zmudzinski
Adrian Zmudzinski

Adrian è un appassionato di tecnologia e IT, specializzato nell'analisi di token, tecnologia blockchain e crypto. Il suo interesse verso Bitcoin risale al 2009, espandendosi al mondo delle crypto più in generale. Le sue analisi si concentrano per lo più sulle potenzialità tecnologiche alla base dei token.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.