banner
Isole Marshall, la crypto di Stato Sovereign forse non arriverà
Isole Marshall, la crypto di Stato Sovereign forse non arriverà
Criptovalute

Isole Marshall, la crypto di Stato Sovereign forse non arriverà

By Amelia Tomasicchio - 6 Nov 2018

Chevron down

Qualche mese fa, Sovereign (SOV), la crypto di Stato delle Isole Marshall aveva destato scalpore per essere una delle prime criptovalute sovrane del mondo, forse anche prima di Petro.

Read this article in the English version here.

SOV avrebbe sostituito il dollaro americano attualmente in circolazione nell’isola ma, poco dopo la notizia, il Fondo Monetario Internazionale (FMI) avrebbe iniziato ad esercitare pressioni sul governo delle Isole Marshall per abbandonare il progetto di adozione di una criptovaluta nazionale.

Ma oggi la situazione si complica visto che la Presidentessa Hilda Heine dovrà mettere ai voti la creazione della Sovereign. La votazione si terrà la prossima settimana, il 12 novembre.

Il lancio del Sovereign delle Isole Marshall sarebbe sicuramente un passo storico per l’indipendenza del Paese e prevederebbe una ICO – organizzata in collaborazione con la startup israeliana Neema – che metterebbe sul mercato 24 milioni di SOV.

Secondo la Radio New Zealand News, i 33 membri del Parlamento sono divisi a metà tra il supporto e la sfiducia del Presidente, quindi non è chiaro come potrebbe andare la votazione.

Amelia Tomasicchio
Amelia Tomasicchio

Esperta di digital marketing, Amelia inizia a lavorare nel settore fintech nel 2014 dopo aver scritto la sua tesi di laurea sulla tecnologia Bitcoin. Precedentemente è stata un'autrice di Cointelegraph e CMO di Eidoo. Oggi è co-founder e direttrice di Cryptonomist.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.