Torna la volatilità crypto: momento ideale per le stable coin
Torna la volatilità crypto: momento ideale per le stable coin
Criptovalute

Torna la volatilità crypto: momento ideale per le stable coin

By Stefania Stimolo - 20 Nov 2018

Chevron down

Sarà per il fork di Bitcoin Cash, ma la volatilità del prezzo delle crypto sembra esser tornata – al ribasso – provocando quello status da panic selling che da tempo non si faceva sentire, e forse rivalutando anche quelle alternative che in questo 2018 hanno preso piede: le stable coin.

Read this article in the English version here.

In realtà, la volatilità del prezzo delle crypto guidate da bitcoin è una prerogativa intrinseca, ma sembra che lo scenario di quest’anno abbia in un certo senso appiattito quello che fino lo scorso dicembre 2017 sembrava essere il boom per gli investimenti in crypto che ha visto BTC al suo massimi storici valere 20.000$.

Certo però che, nonostante la grande diffusione di consapevolezza di cosa siano i crypto-asset e l’inizio di un’adozione di massa degli stessi, rimane l’incertezza su quello che viene definito il “futuro del denaro”: resta ancora per molti difficile pensare, infatti, di non avere un controllo sul valore di un oggetto, figuriamoci se questo oggetto è digitale.

Non tutti sono disposti a utilizzare un asset che, seppur digitale e ricco di caratteristiche uniche derivanti dalla tecnologia di base, possa cambiare valore di 10 o 20% nel giro di poche ore, sia in positivo che in negativo.

Inoltre, non tutti gli utenti del mondo crypto sono speculatori attratti dai movimenti di valore.

Ecco come le stable coin possono diventare quell’alternativa di asset digitale che ancorata ad una valuta fiat o un’altra risorsa, ne ripropone il valore 1:1 così da non assorbire alcuna volatilità e rimanere stabile.

Sembra proprio che in questo 2018, infatti, le stable coin abbiano preso piede regalando all’utente crypto quella sicurezza in più che solo un’áncora può offrire.

Abbiamo infatti Tether USDT, ma solo negli ultimi due mesi si è molto parlato della stable coin di Circle USDC, CarbonUSD su blockchain di EOS, Ekon di Eidoo ed il progetto Stronghold di IBM ancorato anch’esso al dollaro americano.

Grandi imprese e istituzioni che cercano il loro spazio crypto offrendo una soluzione alla volatilità dei prezzi di cui bitcoin e tutte le altre soffrono, superando quell’ostacolo iniziale d’accesso al mondo crypto e allargando la diffusione per i più dubbiosi ed incerti.

Ecco allora valutare questo ritorno alla volatilità anche come uno slancio per il progresso delle stable coin che in ogni caso dipenderà molto dall’avanzamento del mercato crypto.

Infatti, anche se la regina bitcoin dovesse tornare ai suoi standard di volatilità, è possibile prevedere un progresso delle stable coin come alternativa momentanea ma non come sostituzione.  

Stefania Stimolo
Stefania Stimolo

Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.