banner
ACI e EY per il primo Fascicolo Digitale del Veicolo su blockchain
ACI e EY per il primo Fascicolo Digitale del Veicolo su blockchain
Blockchain

ACI e EY per il primo Fascicolo Digitale del Veicolo su blockchain

By Amelia Tomasicchio - 4 Mar 2019

Chevron down

ACI e EY puntano sulla tecnologia blockchain annunciando un progetto per un fascicolo digitale del veicolo.

Read this article in the English version here.

EY ha deciso di usare a tal scopo una blockchain ibrida per poter processare un alto numero di transazioni. Per ibrido si intende l’uso di una blockchain privata, ma con la garanzia di integrità dati realizzata grazie alla pubblica blockchain di Ethereum che notarizza con una frequenza prefissata quanto registrato da quella privata.

Si tratterebbe così della prima app per smartphone che consenta all’utente finale di avere i dati certificati del proprio veicolo, con “la possibilità di scambiarsi informazioni in un ambiente trust”, come spiega il comunicato stampa.

L’obiettivo è quello di avere una cittadinanza attiva, trasformando il cittadino da spettatore a motore pulsante dei servizi di cui usufruisce. ACI sta per questo motivo usando la blockchain per poter anche portare trasparenza al settore.

La blockchain, sviluppata in collaborazione con EY, consente di certificare il ciclo di vita del veicolo attraverso la notarizzazione virtuale di un fascicolo che contenga tutti i dati relativi alla vettura.

Secondo Giuseppe Perrone, EY Blockchain Hub Mediterranean Leader:

“L’utilizzo della tecnologia Blockchain all’interno di questa soluzione consentirà di definire un unico standard di interoperabilità per la creazione di un ecosistema del settore automotive e per l’automazione di alcuni processi durante il ciclo di vita dell’asset. Attraverso la creazione di token, oggetti digitali non replicabili, in futuro sarà possibile ipotizzare l’adozione di scambi di proprietà automatizzati e basati su smart contract”.

Come spiegato nel comunicato stampa, solo il 33% dei consumatori in Europa riceve informazioni sullo storico dei service del veicolo e in Italia il mercato delle auto usate si aggira intorno al 5% e il 12%. Le manomissioni dei contachilometri portano al settore perdite che vanno dai 5,6 miliardi fino a 9,6 miliardi.

Il fascicolo digitale dell’automobile certificato con la blockchain potrebbe quindi migliorare l’esperienza dell’automobilista avendo dati non modificabili e certificati.

Claudio Meucci, EY Market Leader Advisory Mediterranean area, ha spiegato:

“Grazie all’utilizzo della tecnologia blockchain, il cittadino diventa co-autore e fornitore di dati che, attraverso un sistema di notarizzazione virtuale, andranno a formare il fascicolo digitale del veicolo. Lo scopo è di consentire ai cittadini stessi di consultare e controllare la cronologia del ciclo di vita di un’automobile semplicemente inserendo la targa in un’app per smartphone”.

Il Fascicolo Digitale del Veicolo, integrato nell’app ACI Space, sarà disponibile a breve attraverso gli App Store IOS e Android.

Per utilizzare il fascicolo bisognerà scaricare la app gratuita ACI Space e inserire nelle impostazioni il codice AC1C4RDS.

Amelia Tomasicchio
Amelia Tomasicchio

Esperta di digital marketing, Amelia inizia a lavorare nel settore fintech nel 2014 dopo aver scritto la sua tesi di laurea sulla tecnologia Bitcoin. Precedentemente è stata un'autrice di Cointelegraph e CMO di Eidoo. Oggi è co-founder e direttrice di Cryptonomist.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.