banner
PepsiCo testa la blockchain di Zilliqa
PepsiCo testa la blockchain di Zilliqa
Blockchain

PepsiCo testa la blockchain di Zilliqa

By Alfredo de Candia - 6 Mag 2019

Chevron down

La rinomata azienda di food e beverage, PepsiCo, ha dimostrato come l’integrazione della blockchain di Zilliqa, anche se per ora solo in una fase di test, abbia permesso di avere un miglioramento del 28% nel settore della pubblicità, così come annunciato su Twitter.

Read this article in the English version here.

L’operazione è stata resa possibile anche grazie alla collaborazione di Mindshare ed al progetto Proton, che permette di programmare la pubblicità attraverso diverse fasi e di automatizzare il tutto tramite smart contract, riuscendo ad ottenere un vantaggio non indifferente per quanto riguarda la velocità dell’intero procedimento.

Gli smart contract utilizzano la blockchain di Zilliqa e hanno permesso di paragonare l’efficienza del budget messo a disposizione ed il vantaggio di utilizzare questo tipo di tecnologia.

Come affermato da Farida Shakhshir, director of consumer engagement di PepsiCo:

“I risultati sono incoraggianti e abbiamo in programma di fare altre campagne sotto diverse condizioni per verificare diverse ipotesi e misurare l’intero impatto”.

Al progetto ha anche collaborato Mediamath, piattaforma leader dei digital media, riuscendo a servire oltre 250 miliardi di impression al giorno per i suoi oltre 4000 clienti. Inoltre, ha preso parte al test anche Rubicon Project, che tramite la sua piattaforma riesce a gestire miliardi di transazioni pubblicitarie ogni mese, ma anche Underscore CLT che sviluppa tecnologie per i ledger per potenziare soluzioni business per il mercato.

Il settore pubblicitario, con un valore stimato di circa $ 32,5 miliardi, grazie alla blockchain potrebbe godere di una migliore gestione, dato che molta parte del budget impiegato viene perso tra intermediari e bot fasulli, perdita stimata intorno a $ 15 miliardi.

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.