Breez, piattaforma per la gestione dei pagamenti basati sulla tecnologia Lightning Network di bitcoin, sta lanciando il proprio servizio app anche su iOS.

Read this article in the English version here.

La mission dell’azienda consiste nel favorire l’adozione di bitcoin consentendo di spendere la criptovaluta in modo facile, veloce e senza l’ausilio di intermediari.

Come conferma l’annuncio ufficiale dell’azienda, si tratta del primo servizio basato su Neutrino, noto client di Lightning Network.

Breez: pagamenti in bitcoin dal proprio smartphone

breez bitcoin app ios

Gli sviluppatori hanno risolto il problema di come contestare gli acquisti e ricevere rimborsi.

Il fondatore della società, Roy Sheinfeld, ha spiegato:

“Il servizio è ora adatto per ogni tipo di acquisto, anche per una tazza di caffè”.

Quando un utente installa l’app essa apre automaticamente un canale di comunicazione con l’hub di Breez che è a sua volta connesso a diversi nodi di Lightning Network. Questo meccanismo consente agli utenti di scambiare denaro con chiunque nella rete.

Quando un utente A esegue una transazione verso B entrambi sottoscrivono un bilancio aggiornato e crittografato per confermare l’avvenuta transazione. Quando la transazione è ultimata i bilanci dei wallet sono aggiornati e vengono registrati su blockchain.

L’app, si tratta ancora di una beta, è disponibile anche per Android ed è possibile scaricarla dal Play Store. Sono già diverse centinaia le persone che la stanno provando. Per quanto concerne iOS, l’app è stata lanciata su TestFlight, la piattaforma di Apple per il lancio di app in beta.

L’azienda ha anche ricevuto una sovvenzione di 500’000$ da parte di Recruit Strategic Partners e Fulgur Ventures. Nishal Ratanji, portavoce dell’azienda, ha dichiarato che questo investimento è una conferma del fatto che c’è chi crede fortemente nella visione aziendale che consiste nel favorire la cosiddetta Lightning Economy, in cui le transazioni avvengono senza intermediari (banche, carte di credito, ecc…).

I soldi saranno usati per continuare lo sviluppo dell’applicazione che è attualmente in fase avanzata di testing.