Questa mattina abbiamo dato la notizia del tweet di Donald Trump contro le criptovalute. A questa non si è fatta attendere la risposta di Justin Sun, CEO di Tron e BitTorrent.

Read this article in the English version here.

Il Presidente degli Stati Uniti aveva spiegato su Twitter di ritenere che le criptovalute e quindi anche bitcoin non siano monete perché il loro valore è altamente volatile e sono basate sul nulla.

Poiché non sono regolamentate, secondo Trump possono facilitare comportamenti illeciti, tra cui il commercio di droga e altre attività illegali.

Justin Sun risponde a Donald Trump

Justin Sun ha risposto ai tweet di Trum invitandolo al pranzo con il miliardario Warren Buffett che si terrà il prossimo 25 luglio.

Justin Sun ritiene infatti che l’opinione di Trump sia affetta da fake news e che, discutendone insieme, potrebbe fargli cambiare idea.

Sun, un protetto dell’investitore miliardario e presidente di Alibaba, Jack Ma, ha infatti già vinto un appuntamento a pranzo con l’amministratore delegato di Berkshire Hathaway dopo aver piazzato un’offerta di $4,6 milioni all’asta annuale di beneficenza di Buffett per Glide, la fondazione di San Francisco che fornisce servizi e supporto per i senzatetto.

Oltre a Sun e a Buffett, al pranzo che si terrà nella Bay Area, ci sarà anche Charlie Lee, creatore di Litecoin. Chissà che Trump non decida di accettare l’invito.