Il 2019 è l’anno delle stablecoin? Ecco la top 10 delle criptovalute non volatili
Criptovalute

Il 2019 è l’anno delle stablecoin? Ecco la top 10 delle criptovalute non volatili

By Stefano Cavalli - 22 Lug 2019

Chevron down

Il mercato delle criptovalute è caratterizzato da un aspetto importante che viene sfruttato dai trader professionisti e che, allo stesso tempo, rallenta l’adozione di massa: la volatilità. Si tratta di un problema che molti hanno cercato di risolvere mediante l’utilizzo delle stablecoin.

Read this article in the English version here.

Questo tipo di risorsa digitale rende una criptovaluta immune alla variazione di prezzo del mercato e fa si che il suo utilizzo sia maggiore, riducendo drasticamente i rischi legati al trading e aumentandone i casi d’uso esponenzialmente.

Molti definiscono il 2019 come l’anno delle stablecoin. Ne esistono di vari tipi: ancorate a valute fiat, ad altre criptovalute o a beni fisici come ad esempio l’oro.

Criptovalute: la top 10 delle stablecoin

1) Tether (USDT)

Marketcap: 4.031.101.497 $

Valore : 1,00 $

Tether (USDT) è senza dubbio la stablecoin numero uno al mondo, la più diffusa e la più utilizzata. Si trova attualmente in sesta posizione su CoinMarketCap ed è legata al valore del dollaro americano.

Nonostante le controverse questioni passate che l’hanno posta al centro delle attenzioni in diverse situazioni non troppo chiare e trasparenti, Tether continua il suo dominio incontrastato e registra volumi spaventosi, quasi sempre maggiori di quelli di bitcoin (BTC) stesso.

2) TrueUSD (TUSD)

Marketcap: 208.037.947 $

Valore : 1,00 $

TrueUSD (TUSD) è una stablecoin legata al valore del dollaro USA. La sua caratteristica principale, che la pone in alto tra le classifiche sulle migliori stablecoin, deriva proprio dal fatto che la trasparenza fa da padrona.

Tutti gli attestati che ne confermano la liquidità sono disponibili al pubblico anche se, in casi di fluttuazioni estreme di mercato, anche TUSD è stata messa in discussione. Si tratta di un token erc20, a differenza di Tether (USDT), e si può conservare in un qualsiasi wallet che supporti tale standard.

3) White Standard (WSD)

Marketcap: 443.185 $

Valore : 1,01 $

Anche in questo caso la trasparenza è la principale caratteristica. WSD ha sempre reso disponibile al pubblico tutta la documentazione necessaria in grado di mostrare la riserva di valore che la criptovaluta possiede.

Si tratta di una stablecoin legata a GBP, EUR e USD e il suo tasso di volatilità non ha mai superato il 5-10%, un dato interessante e utile, soprattutto quando il mercato si fluttua con movimenti molto marcati.

Nonostante il fatto che la capitalizzazione di mercato non sia molto alta e che WSD possa essere scambiata solo sull’exchange Stellaport, questa crypto offre diversi vantaggi tra cui un proprio wallet e servizi di pagamento per i commercianti.

4) Paxos Standard (PAX)

Marketcap: 182.511.044 $

Valore : 1,00 $

PAX ha lo stesso identico rapporto di Tether ed è legata al dollaro americano. Il successo della criptovaluta deriva dal fatto che è approvata e sostenuta dal dipartimento dei servizi finanziari di New York.

Allo stesso tempo, anche PAX ha ricevuto diverse critiche: tante persone hanno affermato che questo token erc20 non sia un sistema abbastanza decentralizzato, inoltre, la maggior parte dei wallet è ancora in fase beta.

5) Gemini Dollar (GUSD)

Marketcap: 7.823.778 $

Valore : 0,999341 $

Gemini Dollar (GUSD) è una stablecoin ancora relativamente giovane, ma con un grande potenziale. Come molte altre, si tratta di un token erc20 sviluppato sulla blockchain di Ethereum. Nasce da un progetto il suo scopo era quello di fornire una modo efficiente per passare da criptovalute a valute fiat.

Gemini è anche un exchange regolamentato, un valore aggiunto e non da poco che rende GUSD unica nel suo genere.

6) USD Coin (USDC)

Marketcap: 404.721.558 $

Valore : 1,00 $

Coinbase e Circle hanno introdotto USD Coin (USDC), una stablecoin ancorata al dollaro americano. La caratteristica principale è proprio la reputazione dei suoi due sostenitori che è certamente un’ottima base di partenza.

I token USDC si possono scambiare in USD in qualsiasi momento, lo smart contract di USDC, che è un token erc20, garantisce l’emissione della crypto all’interno del mercato. L’obbligo di fornire piena trasparenza riguardo le proprie attività è una caratteristica intrinseca di questa stablecoin, anche se la centralizzazione che la contraddistingue ne limita ancora la scalabilità e l’adozione da parte dei commercianti.

7) bitUSD

Marketcap: 3.760.115 $

Valore : 1,02 $

bitUSD appartiene a BitShares, una società nota per l’introduzione di diverse stablecoin. Il tasso di volatilità non è mai salito tanto, a dimostrazione del fatto che la crypto è piuttosto ancorata al dollaro americano anche se, soprattutto nell’ultimo periodo, il prezzo di bitUSD è cresciuto tantissimo toccando perfino i 12 $.

bitUSD è una tra le stablecoin più longeve nel panorama delle criptovalute.

8) MakerDAO (DAI)

Marketcap: 82.017.327 $

Valore : 0,995627 $

La maggior parte delle stablecoin ha problemi legati alla decentralizzazione. MarketDAO (DAI) sfugge da questo modello.

DAI è una stablecoin creata sulla rete Ethereum e vanta un nuovo approccio alla governance decentralizzata. Mentre il sistema sfrutta gli smart contract, viene mantenuta una forte stabilità nel prezzo della crypto.

Tuttavia, essendo un modello molto più complesso rispetto agli altri, DAI ha sofferto alcuni problemi causati dalle fluttuazioni del mercato e dalla sicurezza.

9) Maya-preferred 223

Marketcap: sconosciuto

Valore : 21.152,14 $

Maya-Preferred 223 (MAPR) è una stablecoin lanciata di recente ed è stata rilasciata sulla piattaforma Ethereum Classic. Il team afferma che MAPR diventerà un nuovo standard per i pagamenti digitali ed è supportato da 11 miniere d’oro e di argento, situate in Messico.

Dal momento che questa criptovaluta è appena stata quotata su CoinMarketCap, non si conosce ancora la capitalizzazione di mercato ma è interessante notare come si svilupperà all’interno dell’ecosistema.

Il prezzo è elevato e la stablecoin viene collocata come una tra le più costose crypto sul mercato, dal momento che vale più di 21k $.

Poiché la moneta è stata appena quotata su CMC, la capitalizzazione di mercato è ancora sconosciuta. Il creatore di MAPR ha appena annunciato un forward split che sarà in grado rafforzarne ulteriormente la stabilità oltre che di ridurne il prezzo.

10) Digix Gold

Marketcap: 4.728.739 $

Valore : 45,75 $

Il valore di Digix Global non è ancorato a nessuna valuta fiat, bensì al costo di 1 grammo di oro. Il token è di tipo erc20 ed è stato sviluppato sulla blockchain di Ethereum. Il team che guida il progetto è guidato dall’idea di voler garantire trasparenza, immutabilità e diminuzione della volatilità.

Tuttavia, le fluttuazioni del prezzo dell’oro hanno fatto muovere anche il valore di questa stablecoin che non ha dimostrato, per ora, una forte stabilità nel settore delle criptovalute.

Stefano Cavalli
Stefano Cavalli

Nato a Parma, classe '92. Laureato in Ingegneria Informatica Elettronica e delle Telecomunicazioni all'Università degli Studi di Parma. Appassionato da anni in tecnologia Blockchain, economia decentralizzata e criptovalute. Esperto in Web-Development & Software-Development.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.