Travala: il 70% di prenotazioni pagate in crypto
Travala: il 70% di prenotazioni pagate in crypto
Criptovalute

Travala: il 70% di prenotazioni pagate in crypto

By Alfredo de Candia - 2 Ago 2019

Chevron down

Ieri Travala ha pubblicato il report mensile di luglio che segnala un aumento del 20% rispetto al mese precedente delle prenotazioni pagate in crypto.

Read this article in the English version here.

Nel dettaglio, dal report possiamo leggere come siano state effettuate prenotazioni di ben 833 stanze solo nel mese di luglio e che questo ha portato ad un aumento rispetto al mese precedente del 18,8%, superando addirittura il mese giugno che era già in aumento del 17,4%.

Il costo medio delle prenotazioni è stato di $ 136 e ancora una volta è stato bitcoin (BTC) il metodo di pagamento preferito dagli utenti con quota 25%. A seguire, in seconda posizione, troviamo invece proprio il token di Travala (AVA) con ben 17%, mentre in terza posizione troviamo Dash con l’11%.

Le destinazioni preferite del mese di luglio sono state gli Stati Uniti, Thailandia, Germania, Turchia, Francia, Australia, Canada, Portogallo e Spagna e il 73% delle prenotazioni è stato pagata proprio con le crypto.

Travala permette il cosiddetto SMART program: in base al livello raggiunto dall’utente e dai token messi in stake sulla piattaforma, questo ha diritto ad uno sconto sulle prenotazioni. Anche in questo caso si è visto un aumento dei membri smart del 24,5% con ulteriori 366 membri, portando a bloccare 1500500 token AVA, che corrisponde al 2,44% della supply totale di 61571086 AVA.

Travala sta quindi collezionando importanti successi anche grazie al recente investimento da parte di NEO EcoFund che sta permettendo all’azienda di espandersi ulteriormente, anche perché la concorrenza non rimane a guardare.  Proprio ieri è stata annunciata la partnership tra Cheapair.com e Bitcoin Cash (BCH) per permettere pagamenti tramite crypto per prenotare sia hotel che voli.

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.