La criptovaluta di Walmart potrebbe essere accolta meglio di Libra
Criptovalute

La criptovaluta di Walmart potrebbe essere accolta meglio di Libra

By Marco Cavicchioli - 6 Ago 2019

Chevron down

Se il gigante americano della grande distribuzione Walmart emettesse una propria criptovaluta, questa potrebbe essere accolta meglio di Libra. 

Read this article in the English version here.

È quanto afferma Jaret Seiberg, analista politico di Cowen, secondo cui un progetto simile dovrebbe generare meno opposizione politica rispetto a quello di Facebook. In particolare potrebbe convincere quella parte di democratici in cerca di alternative per le persone che sono tagliate fuori dal sistema bancario: i democratici ad oggi sembrano i principali oppositori politici di Libra, a partire dalla Presidente della Commissione sui servizi finanziari Maxine Waters. 

L’ipotesi che sta circolando da qualche giorno è che Walmart possa emettere una propria stablecoin, per certi versi simile a Libra, ed in concorrenza diretta con questa. 

Tuttavia, potrebbe non avere “intenzioni globali” come il progetto di Facebook e questo secondo Seiberg potrebbe giocare a suo favore. 

Secondo Seiberg la stablecoin di Walmart potrebbe differire solo leggermente da una carta regalo ricaricabile, perché i consumatori darebbero dollari a Walmart in cambio di un credito spendibile nei suoi negozi. 

L’analista politico sostiene che, comunque, potrebbe essere vista come una minaccia per le piccole banche e sarebbe pertanto improbabile che non incontrasse alcuno ostacolo, ma alla fine non si aspetta che i legislatori possano realmente scegliere di impedire la realizzazione di un progetto come questo.

Va anche aggiunto che molte delle obiezioni che sono state sollevate dai politici americani nei confronti di Libra riguardano le questioni legate alla privacy ed il passato di Facebook, assai turbolento su questo fronte, costituisce un ostacolo che non sarà facile oltrepassare. Questi dubbi potrebbero esserci anche riguardo un ipotetico progetto simile di Walmart, ma in misura notevolmente ridotta. 

Inoltre, qualora la criptovaluta di Walmart fosse ancorata solo al dollaro americano e non ad un paniere di valute anche estere, e se di fatto fosse spendibile soprattutto nei negozi della catena americana, anche i dubbi riguardo l’ipotesi della costruzione di un sistema monetario alternativo a quello statunitense cadrebbero. 

Pertanto sono diversi i vantaggi che una stablecoin di Walmart potrebbe avere rispetto a Libra agli occhi dei politici statunitensi e questo potrebbe effettivamente creare molti meno problemi. 

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 11mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.