Token Sale Gram: diverse offerte, molti dubbi
Criptovalute

Token Sale Gram: diverse offerte, molti dubbi

By Marco Cavicchioli - 6 Ago 2019

Chevron down

Sul canale Telegram TON Board è stata pubblicata una tabella comparativa delle varie token sale di Gram. 

Read this article in the English version here.

L’analisi è stata effettuata da investitori di Telegram Open Network (TON) su sette offerte pubbliche trovate sul mercato. 

I token Gram in realtà non sono ancora stati rilasciati ufficialmente, ma sono già iniziate diverse pre-sale. Infatti, la ICO si è già conclusa da tempo, quindi i token sono già stati acquistati e alcuni degli acquirenti hanno deciso di mettere sul mercato una parte dei loro token, anche se questi non sono ancora stati rilasciati. 

La token sale su Liquid

La prima prevendita è quella di Liquid, iniziata già il 10 luglio al prezzo di 4 dollari, ma ce ne sono anche altre. In realtà, si tratta sia di vere e proprie prevendite del token, sia di trading di future non garantiti, mentre altre offerte sono vere e proprie truffe. 

Il problema è che solo al momento del lancio della mainnet di TON sarà possibile sapere con certezza chi sta offrendo realmente i token Gram e chi invece sta cercando di truffare gli investitori. 

Ad esempio, per quanto riguarda l’offerta di LBank si trovano troppe poche informazioni sul sito web: un paio di righe in cinese scritte un anno fa parlano di “buoni riscattabili 1:1”. 

Stando ai dati forniti da LBank, in 18 mesi di trading il volume totale dei Gram scambiati è stato di 248 milioni, ma questi numeri non sembrano molto verosimili. 

Per quanto riguarda BitForex, viene dichiarato che

“BitForex ha stretto una cooperazione strategica con i partecipanti alla vendita privata dei token di ​​TON, e attualmente ha il diritto di utilizzare 1 milione di Gram”.

Xena Exchange invece sta quotando future su Gram non riscattabili (XGRAM), in scadenza al lancio del token. 

“Se il token reale non viene rilasciato o non è possibile creare un indice affidabile per altri motivi entro il 28 febbraio 2020, tutte le posizioni quotate in XGRAM verranno chiuse al prezzo di 5,90 USD per XGRAM”. 

Sul DEX di Waves, invece, chiunque può listare un token: chi ha creato il “GrFutures” non ha un sito web, una pagina descrittiva del prodotto o una specifica del contratto e si limita ad utilizzare un canale Telegram per le comunicazioni. 

I token scambiabili sull’exchange Cross vengono invece dichiarati convertibili in token Gram ufficiali. L’exchange dichiara:

“Una volta rilasciato TON di Telegram sarà possibile scambiarli in modo equivalente per i token Gram in qualsiasi momento”.

Non è nota però la provenienza di questi Gram. 

La prevendita di Upxide si è conclusa il 25 luglio, ma gli utenti ora possono scambiarsi future consegnabili. 

Generalmente le informazioni disponibili sono spesso poche, tanto che la maggior parte delle sale del token gram viene definita vaga e sospetta. Inoltre, tranne Liquid, nessuno impone le dovute restrizioni territoriali sui future consegnabili: questo significa che le offerte senza restrizioni potrebbero violare i termini del contratto di acquisto dei veri token Gram.

Pertanto tranne per la prevendita di Liquid, peraltro già terminata, è lecito avere dubbi sulla legittimità delle altre. 

 

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 11mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.