Problemi ai server di Amazon AWS: disservizi per Binance e KuCoin
Criptovalute

Problemi ai server di Amazon AWS: disservizi per Binance e KuCoin

By Emanuele Pagliari - 23 Ago 2019

Chevron down

Nella mattinata odierna, il noto servizio di Amazon legato al cloud computing, noto come Amazon Web Services, ha registrato alcuni problemi sui propri nodi nevralgici asiatici, causando disservizi per numerosi siti web, fra cui anche i noti exchange di criptovalute Binance e KuCoin.

Tali piattaforme infatti, sfruttano i servizi ad alte prestazioni e scalabilità offerti da Amazon per reggere e supportare il carico operativo degli exchange, che spesso si trovano a gestire decine di migliaia di operazioni effettuate da parte di numerosi utenti e bot in pochi minuti.

A seguito dei problemi della piattaforma Amazon Cloud, pare che l’exchange di Binance abbia subito alcuni problemi, in particolare nella gestione delle richieste effettuate tramite API e nel processo di prelievo. Proprio per questo motivo, il CEO CZ ha poi deciso di interrompere momentaneamente tutti i servizi di prelievo e deposito.

Il problema è già rientrato e, come specificato da CZ, non ha coinvolto tutti gli utenti ma solamente alcuni, in particolare quelli attivi nell’Est del continente asiatico, dove sono collocati i data center strategici di Amazon Cloud utilizzati come servizi di cache per quelle zone del mondo.

AWS offline: problemi per KuCoin, oltre che per Binance

Oltre a Binance, anche KuCoin e tanti altri piccoli exchange asiatici hanno registrato problemi stamane. In particolare, KuCoin ha riferito di aver riscontrato problemi nel connettersi al proprio servizio di cloud computing Amazon hostato a Tokyo.

L’exchange infatti, ha riportato sul proprio sito web:

“A causa del surriscaldamento di alcuni dei server presenti nella sala macchina di AWS Tokyo, una parte dei nostri servizi potrebbe non essere momentaneamente disponibile. L’engineering team sta attualmente allocando nuove risorse in tutte le regione per far fronte ad eventuali emergenze. Alcuni servizi potrebbero essere non funzionanti durante l’implementazione”.

Il partner fondatore di Primitive Ventures, Dovey Wan, ha comunicato su Twitter che diversi exchange asiatici sono stati interessati dai problemi di AWS. Addirittura su alcune piattaforme qualcuno è riuscito ad acquistare bitcoin a prezzi bassissimi, a causa dei sistemi in tilt.

Ad esempio, pare che su BitMax qualcuno sia riuscito ad acquistare 45 bitcoin per meno di 1 dollaro, contro un prezzo reale di BTC prossimo ai 10.190 dollari. L’exchange ha subito sospeso i prelievi e le operazioni di trading, ma al momento non vi è alcuna certezza sull’effettiva autenticità dell’operazione.

Al momento, come visibile sulla pagina web che mostra lo status dei servizi di Amazon Web Services, pare che il problema sia correttamente rientrato, riportando la situazione alla normalità.

Emanuele Pagliari
Emanuele Pagliari

Ingegnere delle telecomunicazioni appassionato di tecnologia. La sua avventura nel mondo del blogging è iniziata su GizChina.it nel 2014 per poi proseguire su LFFL.org e GizBlog.it. Emanuele è nel mondo delle criptovalute come miner dal 2013 ed ad oggi segue gli aspetti tecnici legati alla blockchain, crittografia e dApp, anche per applicazioni nell'ambito dell'Internet of Things

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.