Lightning Network sarà integrato in Bitcoin Cash
Altcoin

Lightning Network sarà integrato in Bitcoin Cash

By Marco Cavicchioli - 29 Ago 2019

Chevron down

Il prossimo aggiornamento di Bitcoin Cash renderà possibile lo sviluppo di Lightning Network anche per BCH. 

Come già nel 2018, l’aggiornamento è previsto per il 15 novembre, e verrà rilasciato grazie ad un fork. Tuttavia, quest’anno non pare che genererà uno sdoppiamento della catena, perché non risulta che il vecchio protocollo verrà supportato da qualcuno. 

Il fork dell’anno scorso, invece, provocò uno sdoppiamento della catena, perché addirittura il 15 novembre vennero proposti due nuovi protocolli, uno dei quali portò poi alla nascita della nuova criptovalute Bitcoin SV. 

In pratica, il 15 novembre 2019 verrà semplicemente aggiornato il protocollo di BCH attualmente in uso, Bitcoin ABC, portandolo alla versione 0.20.0. Questo richiederà comunque un fork, che tuttavia non genererà alcuno sdoppiamento della catena o la nascita di una nuova criptovaluta.

Il nuovo protocollo, tra le altre cose, abiliterà le firme Schnorr e servirà anche per rendere possibili ulteriori implementazioni di Bitcoin Cash in futuro. 

Una di queste nuove implementazioni resa possibile dal fork sarà proprio la possibilità di sviluppare Lightning Network. L’aggiornamento del 15 novembre tuttavia non integrerà già LN su BCH, ma ne renderà semplicemente possibile lo sviluppo. 

Su Twitter, infatti, c’è già chi si domanda chi sarà a sviluppare Lightning Network su Bitcoin Cash e qualcuno ipotizza che potrebbero servire 18 mesi prima del lancio definitivo. 

Su Bitcoin (BTC) LN è stato introdotto già da tempo e ad oggi conta già più di 36.000 canali e quasi 10.000 nodi. A dire il vero, però, pur non potendo conoscere il numero di transazioni che passano per questa rete, Lightning Network ha ancora una capacità limitata, pari solo a circa 848.000 BTC (poco più di 8 milioni di dollari). 

Inoltre, negli ultimi tempi questa è in calo, cosa che suggerisce che il suo utilizzo ultimamente potrebbe non essere in crescita. Va però ricordato che il mese di agosto è spesso un mese con un numero generalmente inferiore, quindi questo calo potrebbe anche solamente essere fisiologico. 

Resta da capire che impatto potrebbe avere LN sull’utilizzo di BCH, visto che il numero delle transazioni medie giornaliere è poco più di un decimo di quelle di BTC. 

LN infatti serve per rendere le transazioni più veloci ed economiche, ma per quanto riguarda BCH queste sono poche e già molto economiche. In altre parole il principale vantaggio potrebbe essere quello di renderle immediate, ma non è detto che questo sia sufficiente a decretarne il successo.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 11mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.