Bitmain, furto da 100 bitcoin: colpa di un ex dipendente
Bitcoin

Bitmain, furto da 100 bitcoin: colpa di un ex dipendente

By Alfredo de Candia - 13 Set 2019

Chevron down

Da quanto emerso da un report di un media locale, la famosa compagnia di mining Bitmain ha subito un furto di ben 100 bitcoin (BTC) direttamente dal loro wallet.

La vicenda risalirebbe addirittura al settembre 2017 quando Zhong Moumou, dipendente di Bitmain dal 2015, tramite un accesso remoto ai computer dell’azienda ha avuto accesso ai wallet usati da Bitmain per rubare 100 bitcoin; successivamente, Bitmain, accortasi del furto, aveva subito chiamato le forze dell’ordine per far partire le indagini per capire chi fosse il colpevole.

La cattura ha portato il colpevole a restituire il maltolto ed è stato condannato ad 1 anno e 3 mesi di carcere con l’accusa di aver sottratto informazioni sensibili alla società; inoltre ha dovuto pagare una multa di 50mila yuan, circa 7000 dollari.

Non è il primo caso che un dipendente sfrutti la sua posizione per trarre un vantaggio personale: infatti, già un paio di mesi fa, anche un ex dipendente di Microsoft era riuscito a rubare ben 1000 bitcoin. Anche in questo caso il colpevole era stato arrestato con l’accusa di furto in bitcoin.

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.