Crypto: rosso e verde si alternano
Trading

Crypto: rosso e verde si alternano

By Federico Izzi - 4 Ott 2019

Chevron down

La giornata di oggi evidenzia un alternarsi di segni rosso e verde tra i prezzi delle crypto. Nessuno dei due è prevalente: osservando le prime 100 coin a maggiore capitalizzazione, la metà è in territorio positivo, le altre in negativo.

Fonte: COIN360.com

Il rosso prevale tra le prime 10 crypto: sono sotto la parità Bitcoin, Ethereum, Bitcoin Cash, Binance e Bitcoin Satoshi Vision. Al contrario, Ripple, Litecoin ed EOS hanno segno verde e sono in territorio positivo; mentre Stellar e LEO ondeggiano intorno alla parità.

Il rialzo più corposo è quello di Litecoin che sale del 2%.

Grafico Ripple by Tradingview

Ripple sale dell’1,5% riconquistando i 25 centesimi, soglia cruciale per XRP, ex livello di supporto ora diventato resistenza

Tra le prime 100 crypto, la migliore di giornata è Centrality (CENNZ) che oggi addirittura raddoppia il valore mettendo a segno un rialzo a tre cifre pari al 115%. Centrality, con questa salita, scala posizione e si piazza in 55° posizione in classifica generale. 

Grafico BAT by Tradingview

Alle sue spalle c’è Basic Attention Token (BAT) che sale di oltre il 12%. Buono l’andamento del token BAT pronto a testare la trendline che dallo scorso aprile ha respinto ogni tentativo di risalita. Con l’affondo di fine settembre, BAT è andato a rivedere i livelli di fine febbraio, segnando uno dei peggiori affondi con una perdita di oltre il 70% dai massimi dell’anno raggiunti lo scorso aprile.

Anche Enjin Coin sperimenta una salita a doppia cifra di circa il 10%.

Dalla parte opposta, in rosso, è da evidenziare la discesa di Chainlink, tra le peggiori di giornata, con un arretramento del 4%; la stessa intensità tocca anche di Zilliqa.

Il market cap sostenuto dalle altcoin sale e va a sfiorare i 220 miliardi di capitalizzazione. La dominance del bitcoin rimane stabile poco sopra il 67% mentre invece conquistano qualche frazione di decimale sia Ethereum che Ripple. Ethereum è all’8,7%, mentre Ripple cerca di riprendersi il 5% di quota di mercato.

I volumi di scambio delle ultime 24 ore continuano a rimanere sotto la soglia dei 50 miliardi di dollari che sono dei livelli molto bassi. Se prendiamo come riferimento quanto accaduto negli ultimi due mesi, siamo a valori un terzo inferiori a quanto avveniva due settimane fa.

Grafico bitcoin by Tradingview

Bitcoin (BTC) in rosso

Continua l’oscillazione dei prezzi di bitcoin, cosa che non mostra la forza necessaria a risalire oltre la resistenza di breve periodo di 8.400-8.500 dollari. Sarà molto importante capire nelle prossime ore e nel fine settimana se questa congestione di breve verrà rotta al rialzo o al ribasso. In caso di rottura al rialzo il prossimo livello importante in ottica di medio periodo è la riconquista dei 9.000 dollari

Affondi sotto i minimi di domenica scorsa a 7.600 dollari potrebbero causare la speculazione al ribasso e aprire spazi per andare a testare la trendline che sostiene l’attuale trend al rialzo e che passa in area 7.700 dollari.

Grafico Ethereum by Tradingview

In rosso anche Ethereum (ETH)

Ethereum è in arretramento dopo aver fallito il recupero dei 185 dollari durante l’ultimo rimbalzo dei giorni scorsi. Un rimbalzo che è ancora presente ma la mancata violazione dei 185 dollari non è un segnale positivo.

Per Ethereum è necessario spingersi al più presto sopra questa soglia per poi aprirsi la strada verso i 200 dollari, soglia tecnica e psicologica molto importante per provare a invertire il trend di medio periodo.

Un ritorno sotto i 155 dollari fornirebbe un segnale negativo in ottica di medio lungo periodo.

Federico Izzi
Federico Izzi

Analista finanziario e #trader indipendente – Socio S.I.A.T. & Assob.it. Opera attivamente sui mercati azionari e dei derivati (futures ed opzioni) dal 1997. Precursore dell’analisi ciclica-volumetrica è noto per aver individuato i più importanti movimenti al rialzo ed al ribasso sui mercati finanziari degli ultimi anni. Partecipa annualmente come relatore all’ ITForum di Rimini dall’edizione del 2010 ed InvestingRoma e Napoli dalla prima edizione del 2015. Interviene come ospite ed esperto dei mercati durante le trasmissioni “Trading Room” e “Market Driver” di Class CNBC, Borsa Diretta.tv e nel TG serale di Traderlink. Da luglio 2017 è ospite fisso su LeFonti.TV nell’unico spazio nazionale settimanale dedicato alle criptovalute insieme ai più importanti esperti internazionali del settore. Da maggio 2017 è ufficialmente analista tecnico di BigBit. Periodicamente pubblica articoli su ITForum News, Sole24Ore, TrendOnLine, Wall Street Italia. E’ stato intervistato in qualità di esperto di #criptovalute per: Forbes Italia, Panorama, StartupItalia, DonnaModerna. E’ stato riconosciuto come primo analista tecnico italiano ad aver pubblicato la prima analisi ciclica secolare sul #Bitcoin. Federico Izzi è… Zio Romolo

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.